Vannucchi a SuperNews: “Salernitana esperienza molto intensa”

vannucchi-foto-maglie-in-rete

Foto: Maglie in Rete

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

SuperNews ha avuto il piacere di intervistare Ighli Vannucchi, ex giocatore di Lucchese, Salernitana, Empoli, Spezia.

Vannucchi: “Salernitana esperienza molto intensa”

Il trequartista toscano, campione europeo con la Nazionale Under 21 del 2000, è stato una delle bandiere dell’Empoli. Squadra in cui ha giocato per ben sei anni, dal 2004 al 2010. Vannucchi ha rivelato quali siano state le sue esperienze calcistiche più importanti e i suoi ricordi più significativi, esprimendosi infine sul ruolo del trequartista nel campionato di Serie A.

La Salernitana è stato il club di Serie A che ti ha permesso di esprimere il tuo calcio e di farti conoscere al grande pubblico. Che esperienza è stata quella dei tre anni vissuti a Salerno?

«Un’esperienza molto intensa. Arrivavo dalla Lucchese, la cui tifoseria era molto pacata, per ritrovarmi catapultato a Salerno, in una bolgia impressionante, in una tifoseria estremamente passionale. A vent’anni, non era facile giocare davanti a 40.000 persone. In un contesto del genere, in cui nel bene o nel male si vive il calcio così intensamente, se giochi bene conquisti automaticamente un posto nel cuore dei tifosi, diventi quasi un paladino. Io tutt’ora ho un ottimo rapporto con la società e la città, dal momento che in quei tre anni ho fatto delle cose molto belle e sono rimasto nel cuore della gente».

Avresti voluto giocare in una squadra in particolare?

«Sinceramente no. Ho giocato in squadre molto diverse, direi opposte, come Empoli e Salernitana. Sicuramente, mi sarebbe piaciuto fare un’esperienza all’estero. Questo sì».

Il tuo ruolo è quello del trequartista. Esiste, oggi, nella nostra Serie A, un trequartista che apprezzi particolarmente?

«Seguo poco la Serie A, ma mi sembra che il ruolo del trequartista sia quasi scomparso, probabilmente a causa di questi nuovi moduli di gioco. Tuttavia, mi sembra che Paulo Dybala sia un buon numero 10. Spero che rilanci questa categoria».

L’intervista completa qui.


Ti potrebbe interessare anche

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *