Una Salernitana senza frecce si arrende ad un cinico Frosinone

editoriale-salernitana
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Rammarico per la sconfitta della Salernitana a Frosinone, maturata con un gol nella ripresa. Contro una compagine ciociara ben attrezzata per un torneo di vertice, i granata non sfigurano, in considerazione soprattutto delle tante assenze pesanti. Moduli tattici spettacolari per Ventura e Nesta, la battaglia allo Stirpe parte dalle mosse in panchina.

La partita della Salernitana

Primo tempo in sostanziale equilibrio in cui le due squadre si affrontano a viso aperto ma senza correre rischi. I granata reggono l’urto contro la seconda in classifica, reduce da 5 vittorie consecutive e zero gol subiti. Nella ripresa latitano le occasioni ma un’amnesia di Migliorini ed Aya consente ai padroni di casa di trovare il pertugio che vale 3 punti. I granata sono ingolfati in fase offensiva, dove Gondo e Jallow risultano evanescenti, ma creano due palle gol: una con Maistro a seguito di una buona triangolazione e l’altra all’ultimo respiro con Migliorini. Ai ciociari la sorte non manca, così come la qualità dell’organico, e il successo matura nonostante i guantoni dei portieri restino immacolati.

Un altro test di maturità fallito

Un ennesimo test di maturità non viene superato al momento decisivo e non per scarsa applicazione o particolari demeriti ma per l’impossibilità di fronteggiare avversari accreditati. Resta il rammarico per non aver puntellato in sede di mercato la rosa e poter sopperire a emergenze o cali fisici come quelle di questa fase. Da evidenziare quantomeno il ritorno in campo di un volitivo Cerci, apparso in condizioni finalmente presentabili rispetto ad inizio stagione. Che possa essere lui il nuovo acquisto della Salernitana?

Mancano ancora 13 giornate al traguardo del campionato e sono tanti i punti ancora in palio per cui tutto resta ancora aperto. Micai e compagni restano in piena zona playoff, consapevoli che una sconfitta a Frosinone non sia una tragedia, specialmente con una compagine gialloazzurra in stato di grazia. Adesso bisogna resettare e concentrarsi immediatamente sul match di martedì col Venezia per ritornare alla vittoria.

SalernoSport24