Triangolare “Carmine Rinaldi”: trionfa il Bari, Salernitana seconda

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Pubblico tiepido, Bari e Reggina danno il via al Triangolare del Centenario in onore di Carmine Rinaldi, compianto capo ultras della torcida granata.

Triangolare “Carmine Rinaldi”, ancora festa per il centenario granata

La calura estiva non ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni, Bari e Reggina aprono le danze a questa serata di festa.

Nell’attesa che la prima gara tra Pugliesi e Calabresi decreti una vincitrice, Ventura ha messo nero su bianco la prima Salernitana che giocherà all’Arechi.

L’ex CT partirà col suo caro 3-5-2, Micai a difesa dei pali con Karo, Billong e Migliorini a comporre la linea a 3; esterni tutto campo Kiyine e Cicerelli con Di Tacchio, Maistro e Firenze a comporre il terzetto centrale, Giannetti e Jallow tandem interscambiabile d’attacco.

Al Bari la prima partita, Reggina sconfitta 4-2 dopo i rigori

bari-regginaCon la Salernitana prossima all’esordio tra le mura amiche è il Bari a battere il primo colpo; gli errori di Loiacono e Kirwan dagli 11 metri permettono ai Galletti di avere la meglio sugli amaranto e di fare loro la prima sfida.

Ora il Bari è a quota 2 punti nella particolare classifica del torneo, la Reggina ad 1 e la Salernitana ancora a 0

La partita, iniziata con notevole ritardo rispetto al programma iniziale (21:49 anziché 21:30) ha acceso lo stadio; cori tra le tifoserie, messaggi di stima, d’affetto e, in tutto il clima di festa, anche cori contro la presidenza granata, il classico neo della serata.

Dopo 11 minuti è il Bari a passare in vantaggio, Scavone beffa Micai con un diagonale chirurgico e porta i suoi in vantaggio.

La partita termina col Bari guardingo e la Salernitana poco propensa all’offensiva, è sì un’amichevole ma l’atteggiamento dei granata è stato poco concludente.

Bari campione, la vittoria sui granata le regala il triangolare

Non solo per le statistiche la gara con la Reggina, Ventura avrà modo di testare un po’ di alternative, spazio per Vannucchi e Carillo ed esperimenti per il tandem Djuric-Calaiò.

È l’arciere Calaiò a segnare il primo gol della Salernitana; si procura un rigore trovando una deviazione di mano di un’avversario, poi dagli 11 metri si fa prima ipnotizzare da Guarna per poi trafiggerlo sulla respinta. 1-0 per la Salernitana.

 

Pareggio pressoché immediato della Reggina; Doumbia al 13′ si ritrova il pallone in area di rigore e fulmina Vannucchi, incolpevole il portiere granata. 1-1

Salernitana e Reggina vanno ai rigori, bordate di fischi dagli spalti

Dopo l’1-1 dei 45 minuti la sfida si è decisa ai rigori; bravissimo Vannucchi a neutralizzare ben 3 tiri dal dischetto (a Corazza, Salandria e Doumbia) 3-1 per la Salernitana dagli 11 metri.

Vannucchi superlativo, 3 penalty parati e Salernitana seconda

La classifica finale vede il Bari al primo posto con 5 punti e Salernitana e Reggina appaiate a 2 punti ma con i granata sul secondo gradino del podio grazie alla vittoria dagli 11 metri.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: