Sergio Mari e l’iniziativa “Un libro per un pasto”

sergio-mari
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Una campagna di raccolta fondi indetta dall’ex calciatore Sergio Mari ha visto il “primo tempo” di questo gesto verso la mensa dei poveri “San Francesco” di Salerno

sergio-mari

“Ce l’abbiamo fatta” inizia cosi il post dell’ex calciatore Sergio Mari. La motivazione va alla sua lodevole iniziativa “Un libro per un pasto” rivolta alla mensa dei poveri “San Francesco” di Salerno. Mari è riuscito a raccogliere ben 1500 euro. Cifra che va nelle casse della ONLUS salernitana che dal 4 Ottobre 1994 si preoccupa di offrire un pasto caldo ai più bisognosi. Mari autore di “Sei l’odore del Borotalco” e di “Quando la palla usciva fuori” ha avuto l’intenzione di sostenere i più bisognosi in questo momento di profonda difficoltà.

sergio-mari-onlus

“Ce l’abbiamo fatta. Mario, responsabile della mensa, mi ha – tenuto sotto – un bel po e io che pendevo dalle sue labbra. Racconti, aneddoti, miracoli, un mondo buono, gesti che non si dimenticano, persone salvate, chi riuscite a tornare in famiglia, chi con la speranza di cambiare e chi, tanti, hanno ricevuto la nostra carezza. Sì, un gesto il nostro, pieno di dolcezza. Voglio ringraziarvi uno a uno per quello che avete e che abbiamo fatto. La mia domanda è da stanotte: Come posso continuare ad aiutarli? Poi alle due mi sono detto: “Troverò qualche soluzione” e son crollato nel sonno, ma stanotte sonno di una bella serenità. Ps. La somma è sicuramente più alta, aspetto l’arrivo di altri libri nelle vostre case e poi conteggiare le nuove offerte. A Mario l’ho già detto”.

mari-sergio

Mari racconta al quotidiano Cronache la sua iniziativa: “Ho chiesto al mio editore di devolvere, a partire dal 18 di Aprile, la resa della vendita dei miei libri a questo ente di beneficenza e lui, di tutta risposta, mi ha detto di fare come più mi poteva sembrare idoneo alla causa”, dice l’ex calciatore. “Ho deciso di abrogare il normale prezzo di vendita dei miei libri per fare in modo che quanti avrebbero voluto unirsi a questa causa avrebbero potuto farlo in maniera del tutto spontanea e commisurata al proprio status economico. E’ stato un successo strepitoso e inatteso. Ho spedito i miei libri in tutta Europa e raccolto consensi anche da chi, in buona sostanza, non mi conosceva affatto” conclude Sergio Mari.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

24 maggio: la Salernitana dedica il Mary Rosy a Ciro, Enzo, Peppe e Simone

Tosto: “Salerno deve ambire alla promozione in Serie A”

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

http://api.clevernt.com/bdf59588-0e48-11eb-902d-cabfa2a5a2de/