Salernitana: contro il Trapani missione tre punti con il tabù Castori

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Archiviata la buona prova di Benevento, la Salernitana ritorna questa sera all’Arechi per affrontare il Trapani, penultimo in classifica. La compagine allenata da Gian Piero Ventura è reduce da un periodo positivo grazie ai sette punti racimolati in tre partite di fila.

Salernitana-Trapani: da sfatare il tabu Castori

Dopo la vittoria esterna a Pescara e il Cosenza, è arrivato il pareggio entusiasmante contro i Sanniti, dove la prestazione è stata più apprezzata del contenuto di posta in palio effettivamente raccolto. Sembra essere stata certificata la crescita costante tanto reclamata da mister Ventura e messa da parte la scellerata prestazione di La Spezia, che aveva fatto seguito alla vittoriosa prova col Pordenone all’Arechi. I padroni di casa dovranno cercare, oltre ala rete, la clean sheet per Micai, visto che da 4 gare subiscono puntualmente goal (ultimo match a porta inviolata con il Pordenone, 4-0).

Un Trapani affamato

Di contro i granata troveranno l’agguerrita truppa allenata dall’ex Fabrizio Castori, a caccia di prezioso punti per la rimonta salvezza. I siciliani viaggiano con un andamento piuttosto altalenante. Nelle ultime 5 partite hanno conquistato 5 punti, frutto di una vittoria, due pareggi ed altrettante sconfitte. I numeri finora registrati sembrano segnare il divario tecnico tra le due squadre: sono 23 i gol fatti e 41 quelli incassati, a fronte dei 32 messi a segno dalla Salernitana, che ne ha subiti, invece, 28. Tuttavia, il torneo cadetto resta sempre molto livellato ed ogni partita può riservare insidie, specialmente se si sottovaluta l’avversario. I siciliani verranno a giocare la gara col coltello fra i denti, avendo poco da perdere per tentare una disperata rimonta.

Ventura e il gruppo

Ventura ha cercato di tenere compatto e concentrato il gruppo, che alimenta di partita in partita la fiducia nei propri mezzi e la crescita sotto il profilo tattico e organizzativo. Il trainer avrebbe voluto testare i progressi anche di Alessio Cerci, nuovamente fermato nelle ultime ore da noie fisiche. Meglio non rischiarlo ancora. Da recuperare anche il migliore Kiyine, apparso piuttosto appannato e poco incisivo nelle ultime uscite. L’ex Chievo deve mettere maggiormente a servizio del collettivo le proprie qualità tecniche, indubbiamente sopra la media in questa categoria. Il pubblico farà la propria parte anche nel posticipo de monday night, la Salernitana sarà sospinta dalla passione dei suoi sostenitori per una maglia che vale più di ogni altro compromesso e intrigo di palazzo, al di là di qualsiasi risultato sportivo. Castori, autentica bestia nera e tabù da sfatare per l’Ippocampo granata, è avvisato.

SalernoSport24