Della Valle, non solo Salernitana: i possibili interessi in città

della-valle

Foto: Finanza Operativa

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

I fratelli Diego e Andrea Della Valle potrebbero chiedere la valutazione per la cessione della Salernitana. Gli interessi degli ex patron della Fiorentina, non si fermerebbero “soltanto” al merito sportivo.

della-valle
Foto: Finanza Operativa

Claudio Lotito non è mai stato contestato come negli ultimi tempi a Salerno. Una proprietà (tutta) assente, promesse non mantenute a fronte di comunicati usciti anzitempo, una campagna acquisti in prospettiva biancoceleste e l’ennesimo campionato anonimo, hanno fatto perdere la pazienza ai tifosi granata. Tifosi che uniti sotto un unico colore ed unico scopo, stanno lanciando messaggi forti all’entourage di Via Allende. L’era romana inizia a scricchiolare, come nei libri di storia. Se in passato la Salernitana era stata oggetto di interesse da parte di Massimo Ferrero della Sampdoria per vari motivi (oltre alla compagna salernitana anche una scuola calcio in città in partnership con i doriani), gli americani del food and beverage (salvo poi virare sul Parma), adesso l’ipotesi più calda è quella che conduce ai fratelli Della Valle.

Salernitana-Della Valle: tanti indizi che fanno una prova

Diego-e-Andrea-Della-Valle
Foto: Calcio e Finanza

Come è noto, i fratelli Della Valle hanno interessi nel campo della moda e in minoranza con la linea di trasporti su binari dal colore rosso. Secondo indiscrezioni raccolte, i fratelli elpidiensi hanno intenzioni di implementare il loro brand. Questo con locali commerciali situati nel complesso Crescent e nel nuovo centro residenziale Porta del Mare. Ma non solo. Ci sarebbero interessi anche in Marina d’Arechi mentre altri indizi arriverebbero direttamente dal Presidente della Regione Campania in termine di nuovi progetti per lo sviluppo della città. Intervenuto al taglio del nastro per la nuova area zes che si svilupperà nella zona industriale, il governatore ha annunciato alcune migliorie. Lo sblocco e la realizzazione del famoso Palazzetto dello Sport, una nuova fermata metro, nuove agevolazioni per gli imprenditori extra loco e la realizzazione di un’elisuperficie nei pressi dello stadio Arechi.

akpa-akpro-salernitana

Non c’è però solo l’aspetto strutturale. Se aggiungiamo il silenzio e l’assenza totale da parte della società, le mancate ufficialità di alcuni trasferimenti, oltre a quella del nuovo tecnico granata. Per non parlare della rivoluzione in casa granata. Akpa Akpro (ceduto alla Lazio per circa 3 milioni di euro), il mal di pancia di Djuric e l’episodio del furto del portafogli, le eventuali cessioni di Micai e Jallow: nomi importanti (e di proprietà) granata ma soprattutto da un ingaggio importante. Il taglio del monte ingaggi e le cessioni pesanti in casa granata fanno pensare ad una cessione della società, come siamo stati abituati dai passaggi societari di Milan e Inter. Ultimo ma non per importanza il nuovo “ponte” che collega Salerno e Messina: che sia l’apripista per l’avvento dei romani in Sicilia post granata?


Potrebbe interessarti anche

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *