Salernitana-Crotone, la partita dell’arbitro: Aureliano porta bene…

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

La parita dell’arbitro di SalernitanaCrotone, Gianluca Aureliano. Continua la serie positiva sotto la direzione del fischietto nativo di Bologna. Rosso a Golemic giusto. Dubbi in area di rigore calabrese. Ecco l’analisi dell’arbitraggio del fischietto porta fortuna dei granata.

La partita dell’arbitro: discreta direzione di Aureliano

Direzione di gara senza particolari errori, quella dell’esperto fischietto della sezione di Bologna, che si conferma una sorta di amuleto per la squadra granata. Anche ieri sera Aureliano, in una partita giocata con un clima abbastanza surreale, ha saputo gestire gli animi. Come sempre, l’esperto direttore di gara si è fatto rispettare, estraendo 6 cartellini gialli e un rosso ai danni del crotonese Golemic. Giusta la sanzione nei confronti del difensore rossoblu per fallo da ultimo uomo su Gondo, lanciato a rete da un lancio dalle retrovie e giunto a tu per tu con il portiere Cordaz.

Nella prima frazione, due episodi dubbi in area di rigore calabrese. Nel primo caso, Aureliano non ha punito un intervento alquanto rischioso dell’ex Gigliotti su Cristiano Lombardi, andato via con un bel dribbling. La sensazione è che, alla fine, la decisione di lasciar proseguire sia giusta, nonostante un’evidente trattenuta dell’ex difensore granata non abbia consentito a Lombardi di proseguire la sua corsa. Nel secondo episodio, ancora protagonista Gigliotti, che devia (forse di braccio) in corner un cross di Akpa Akpro. Le immagini, a dire il vero, non chiariscono del tutto, sebbene l’intervento del difensore sembri regolare. Ancora nella prima frazione, annullato giustamente un gol per fuorigioco di Gondo, partito al di là della linea difensiva avversaria su spizzata di testa di Migliorini.

Nella ripresa, nulla di particolare da segnalare. Discreta anche la gestione dei cartellini. Giusta l’ammonizione a Jaroszynski per un duro intervento da dietro su Messias. Giallo, il quinto stagionale, che costerà un torno di stop al difensore polacco. Corretto anche il giallo per simulazione nei confronti di Lombardi, che si lascia cadere al limite dell’area dopo un lieve contatto con un difensore avversario.

Ad onor del vero, in due circostanze grazia la Salernitana, non sanzionando un contrasto deciso di Di Tacchio (già ammonito) e una scivolata ai limiti della sanzione di Lombardi.

SalernoSport24
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: