Salernitana-Cremonese: ecco chi sono gli ex… dal dente avvelenato

simone-palombi-cremonese-ex-salernitana
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Chi sono gli ex di Salernitana e Cremonese? Le due compagini incroceranno i tacchetti lunedì sera, match valido per la 31ª giornata di Serie BKT 2019-2020.

Salernitana-Cremonese, gli ex del match

Gli incroci tra Salernitana e Cremonese non mancano, e la gara di lunedì sera allo stadio “Arechi” sarà l’occasione buona per ricordare chi ha vestito le maglie dell’altra squadra. In tempi moderni non sempre i calciatori riescono a trattenere la propria gioia dopo aver fatto un gol, evento che si lega al detto comune da stadio “Il gol dell’ex”, uno spauracchio di per sé, la vera paura di ogni tifoso.

Chi deve temere la Salernitana

Nelle fila della Cremonese ci sono tre ex granata.

Il primo su tutti, è senz’altro Antonio Piccolo. Cresciuto nelle file del settore giovanile della Salernitana, lasciò la causa granata solo dopo che il club guidato da Aliberti fallì, nel 2005. Sette i precedenti contro i granata con quattro maglie diverse. Una vittoria, cinque pareggi e una sconfitta, due i gol messi a segno e tre assist.

Simone Palombi ha giocato a Salerno un paio di stagioni fa, quando si divideva in attacco con Alessandro Rossi. Alterne le sue prestazioni tanto dal finire ai margini del progetto granata, ma si è tolto soddisfazioni altrove come la conquista della Serie A con il Lecce nello scorso campionato. Ha giocato quattro volte contro i granata, tre vittorie e una sconfitta, due i gol messi a segno.

L’ultimo della lista è un mezzo ex. Francesco Deli, dopo aver messo insieme cento presenze con la Paganese, stava per passare alla Salernitana, anzi, il mezzo si potrebbe anche togliere poiché la firma in calce sul contratto c’era tutta. Un contratto che non si poté mai registrare. La Paganese era sull’orlo del fallimento, bastava una spintarella insomma. Però gli azzurrostellati riuscirono a salvarsi in extremis fortunatamente, quindi il contratto non valse più. Ma la figura mediocre, tutt’altro che opinabile, la fece la Salernitana. Lui stesso lo racconta in un’intervista che ha rilasciata nell’aprile  (18 aprile 2020, ndr) di quest’anno B at Home, riportato da Pianeta Serie B:

«Mentre ci dirigevamo a San Benedetto del Tronto per disputare un’amichevole mi chiama un dirigente della Paganese per comunicarmi l’iscrizione della squadra e il fatto che io fossi un loro tesserato. Mi fecero scendere dal pullman e mi lasciarono in un albergo ad Ascoli. Mio padre venne a prendermi».

Forse per la dirigenza granata Deli non valeva il prezzo del cartellino. In tutto sono sei i precedenti, quattro vittorie, un pareggio e una sconfitta. Due i gol messi a segno, più tre assist. In pratica è un conto aperto.

Chi deve temere la Cremonese

Nelle file della Salernitana c’è Milan Djuric. Il granitico attaccante bosniaco vestì la maglia grigiorossa nel campionato di terza serie, quando arrivò in prestito dal Cesena. Rimase in Lombardia un solo campionato, durante il suo percorso di crescita voluta dai romagnoli. Con la Cremonese mise insieme venti presenze e tre gol. Non ha mai segnato ai lombardi.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: