Cocktail Salernitana al’Arechi: vittoria, applausi e contestazione

editoriale-salernitana
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

“Tornerete in serie C!” Con questo coro intonato dalla Curva Sud Siberiano si è conclusa la vittoriosa partita della Salernitana sul Cosenza. Atmosfera costruttiva allo stadio Arechi, dove sono ritornati numeri di presenza più adeguati alla piazza di Salerno.

Salernitana: vittoria, applausi e contestazione

Ventura in campo torna all’antico canovaccio tattico e gioca una partita a scacchi con il dirimpettaio Braglia. I granata vanno sotto immeritatamente ma non si scoraggiano rispetto ad altre occasione. Lombardi mette il turbo e semina il panico trovando il pari, Akpa Akpro firma il sorpasso con un colpo di biliardo. Il primo tempo conferma la crescita del gruppo e la verve propositiva, sebbene il peggior in campo sia il direttore di gara, il sig Amabile, che commette errori ai danni di entrambe le compagini.

Nella ripresa la Salernitana riduce i giri e cerca di controllare il ritorno dell’avversario, agendo principalmente di rimessa. I granata non riescono a chiudere i giochi e finiscono col trepidare fino al triplice fischio. Silani a casa a mani vuote e carichi di cori e sfottò. La Curva Sud ha incitato la squadra in onore alla maglia ma ha anche mantenuto fede a quanto pubblicizzato nelle ultime settimane nei confronti della dirigenza.

Il supporto dei tifosi

Da tempo la tifoseria granata è divisa tra chi vuole i romani via da Salerno, perché non rispettosi della storia e delle legittime ambizioni e chi, invece, sostiene questa società che a prescindere da ogni considerazione, garantisce la permanenza in Serie B. In questo scenario si è inserita l’iniziativa del sold out in Curva Sud con la contemporanea critica alla proprietà, sotto lo slogan: Lotito, Salerno non ti vuole! Ad eccezione di qualcuno, la comunità salernitana appare compatta nel dare il ben servito a questo signore. C’è pero chi, di fronte a fatti oggettivi, continua a difendere i romani. Svendere la propria dignità per un’esclusiva o per essere beneficiario di qualche notizia riservata offende l’intelligenza comune.
Il club tace e va avanti, intanto la Salernitana continua l’ascesa nei quartieri alti della classifica e si prepara ad affrontare il Benevento capolista, tentando di riscattare la sconfitta dell’andata all’Arechi.

SalernoSport24