Esame Cosenza per la Salernitana: Curva Sud in fermento contro Lotito

editoriale-salernitana
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Esame Cosenza per la Salernitana in programma oggi pomeriggio allo stadio “Arechi”. Dopo il positivo inizio di ritorno, suggellato con la vittoria a Pescara, i granata cercano conferme contro i silani.

Esame Cosenza per la Salernitana

Al di là del mesto risultato dello scorso anno, quando i rossoblu si imposero nel finale, i precedenti sono dalla parte dei padroni di casa. Quella odierna sarà la sfida numero 42 in Campania, per un bilancio di 25 vittorie della Salernitana, 4 per il Cosenza e 12 pareggi. La Salernitana ora deve trovare risultati e autostima dopo l’andamento altalenante registrato prima del blitz di Pescara.

Come anticipato da mister Ventura, la partita con il Cosenza è una verifica contro una squadra determinata e che non lascia giocare l’avversario, un test anche sotto il profilo dell’approccio alla gara e sulla mentalità acquisita. Nel girone d’andata purtroppo la Salernitana ha sempre fallito le verifiche ma il processo di crescita mostrato dal gruppo induce un moderato ottimismo.

Il Cosenza e i torti arbitrali

Sarà un Cosenza agguerrito quello che si presenterà oggi pomeriggio allo stadio “Arechi” per affrontare la Salernitana. Vittima di ingiustizie arbitrali nel corso del derby perso in casa col Crotone, la compagine silana andrà a caccia di riscatto. Il tenace tecnico rossoblu, Piero Braglia, cercherà di conquistare un risultato positivo a Salerno in ottica salvezza puntando sul temperamento e la grinta del gruppo e una corretta disposizione sul terreno di gioco. Il Cosenza dovrebbe schierarsi con il 3-5-2 e quindi potrebbe ritrovarsi a specchio con la Salernitana qualora mister Ventura dovesse decidere di ritornare al modulo tattico originario, archiviando la felice parentesi 4-4-2 di Pescara. Il canovaccio tattico che seguirà Ventura dipenderà in ogni caso da come si schiererà l’avversario.

La contestazione dei tifosi

Il match sarà una battaglia in campo ma anche sugli spalti. Come noto, sono di accesa rivalità i rapporti tra le tifoserie di Salernitana e Cosenza. La tensione è nata in occasione del sanguinoso spareggio per la permanenza in serie B del 1991, che vide i silani prevalere sul campo. Da allora cori, striscioni e forte acredine hanno caratterizzato i rapporti tra la torcida granata e quella rossoblu.  I supporter campani e calabresi si sono ritrovati lo scorso anno con la promozione di questi ultimi in serie cadetta. Allo stadio “Arechi” gli ospiti furono corsari condannando, di fatto, la Salernitana ai play-out, mentre i padroni di casa ingoiarono tanta amarezza, per poi salvarsi all’ultimo respiro a Venezia.

In questa occasione, tuttavia, il popolo dello stadio “Arechi” riserverà maggiormente le proprie attenzioni alle contestazioni indirizzate alla società granata. È atteso un cospicuo numero di sostenitori in Curva Sud che inviteranno il patron Lotito a liberare una Salernitana, orfana della giusta presenza da parte della proprietà e di un’adeguata programmazione per ambire ad obiettivi sportivi importanti.

SalernoSport24