Salernitana, la ri…carica dei 101

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Con 101 candeline appena spente, la Salernitana si appresta a riprendere le ostilità del campionato cadetto, sospeso dopo l’emergenza Coronavirus.

101 e non sentirli, la salernitana riparte

Non sono mancati i festeggiamenti, sebbene più sobri dello scorso anno, per ovvie ragioni legate alle limitazioni previste per la fase 3 del COVID-19. Dopo l’illuminazione del castello Arechi e di Palazzo di Città la passeggiata degli ultras con cori e fumogeni ha accompagnato la notte di avvento della nascita della Salernitana.

I festeggiamenti

La messa al Duomo si è rivelato un altro momento di unione spirituale nel rispetto della tradizione. La giornata del 19 giugno non è mai uguale alle altre: è un frangente di raccoglimento. Della storia, dei tifosi, dell’amore per maglia e per l’Ippocampo.

Quest’anno i festeggiamenti si sono conclusi con una grande cena a cui ha preso parte il cuore pulsante della tifoseria organizzata della Salernitana. Cibo, cori e divertimento per onorare al meglio l’anniversario di compleanno di Sua Maestà. Fino all’alba. Al giorno nuovo è cominciato un nuovo capitolo della storia granata. Si riprende, infatti, da dove si è lasciato. La Salernitana questo pomeriggio ritornerà in campo dopo il lungo stop dovuto alla pandemia. A far visita ai granata in un “Arechi” deserto sarà il Pisa, guidato da mister D’Angelo.

La sfida al Pisa

Sarà un impegno complicato per vari motivi: la ripresa dopo tanti mesi di inattività non è facile, sebbene lo sia per tutte le squadre. Ritmo e condizione dei calciatori dipenderanno dai carichi di lavoro e dalla struttura fisica, pertanto qualche elemento cardine potrebbe risentire di una forma non perfetta nella fase iniziale del riavvio.

La Salernitana, inoltre, non potrà beneficiare del fattore casalingo relativamente alla presenza dei tifosi. Gli spalti dovranno restare desolatamene vuoti e questo aspetto peserà tanto sull’economia del gioco e della spinta emotiva.
Le dieci giornate da completare a calendario rappresentano un vero e proprio tour de force per i granata, attesi da tanti impegni ravvicinati. Bisognerà affrontare queste battaglie con sagacia, più mentale che tattica probabilmente. Sarà decisivo l’apporto che Ventura riuscirà ad imprimere nelle scelte e nella gestione del gruppo.

Il tecnico sarà chiamato a massimizzare le energie in proporzione allo sforzo e alle disponibilità di organico. L’attesa ormai è terminata: alle 18 il Cavalluccio tornerà a luccicare sulle magliette granata: Salernitana, ci devi credere.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: