Ritorno alla vittoria, terzo appello contro la Cremonese all’Arechi

cremonese-salernitana-micai
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Da quando il campionato di serie B è ricominciato la Salernitana ha conquistato un solo punto in due partite. La Cremonese, prossima ospite all’Arechi, rappresenta la terza chiamata per gli uomini di Ventura al fine di poter ritrovare il successo.

Salernitana, il terzo appello

La compagine di mister Ventura è reduce dal KO di Chiavari con la Virtus Entella e, in precedenza, dal deludente pari casalingo col Pisa. Prima della lunga sosta forzata aveva maturato una sconfitta di misura maturata a Perugia, in precedenza dalla vittoria interna sul Venezia, l’ultima dei granata in campionato.

La Salernitana contro i lombardi dovrà incrementare il bottino di punti (media di 1,30 a match) e ritrovare, oltre alla via della rete, la clean sheet per il portiere. Di contro i granata troveranno la compagine grigiorossa, a caccia di preziosi punti per riavvicinarsi alla zona salvezza. Gli uomini allenati da Pierpaolo Bisoli stazionano a quota 33 lunghezze in graduatoria (posizione play-out e media di 1,00 a partita) e sono reduci dal brutto KO interno con il concorrente Cosenza, certamente inatteso.

È tempo di rimpinguare una classifica che langue in prospettiva play-off. Inutile appellarsi ad assenze e condizione fisica approssimativa a causa del Coronavirus poiché sono parametri condivisi con tutti gli altri club e non “fattori imponderabili” da assumere come alibi per un’ennesima stagione, eventualmente deludente.

Si potrebbe discutere a lungo sulle operazioni societarie ma basta ricordare come nessun club ambizioso effettui una programmazione con mezza squadra in prestito e con giocatori di proprietà adeguati alla terza serie.

Anche il volenteroso ed esperto Ventura nelle ultime giornate a contribuito in termini negativi alla causa. Spartito tattico prevedibile ed obsoleto, scelte tecniche non sempre comprensibili e condivisibili, puntuale perforabilità difensiva e manovra offensiva asfittica. Il cocktail del fallimento sportivo sarebbe servito. Ma è preferibile ancora credere in un’ultima possibilità di riscatto, specialmente per chi non ha espresso il proprio potenziale, per motivi al momento oscuri.

L’obiettivo ora è raggiungere in fretta quota 50 punti per allontanare gli spettri di crisi della scorsa annata calcistica, per i sogni di gloria ci si dovrà prima riattrezzare mentalmente e poi tecnicamente.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: