Playout Serie BKT, Balata contro Collegio di Garanzia Coni: facciamo chiarezza

serie-bkt-serie-b
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

E’ sempre caos playout in Serie BKT. Da un lato un organo di giustizia dà ragione alla società rossonera, dall’altra parte, un organo sportivo emana una decisione che frena gli animi. Il caos in Serie BKT aleggia ormai da tanto, troppo tempo. Playout si o no? E soprattutto quando?

Playout Serie BKT, Balata contro Collegio di Garanzia Coni: facciamo chiarezza

Nel tardo pomeriggio è stato pubblicato il parere della sezione consultiva del Collegio di Garanzia del CONI, presieduta da Giuseppe Albenzio. Dopo una lunga premessa, con riferimento alle norme federali, il collegio ha risposto al della FIGC nei seguenti termini:

“In corretta esecuzione della delibera di cui al Comunicato Ufficiale n. 50 del 20 agosto 2018, i play-out per l’individuazione della quarta squadra retrocessa nel Campionato di Serie C, al termine del Campionato 2018/2019 di Serie BKT, devono essere effettuati e devono svolgersi fra la quart’ultima e la quint’ultima squadra collocate in graduatoria dopo la retrocessione all’ultimo posto del Palermo, cioè fra il Foggia (prima terz’ultima e ora quart’ultima, con 37 punti) e la Salernitana (prima quart’ultima e ora quint’ultima, con 38 punti), in presenza di un distacco fra le due che non supera i quattro punti”.

Le probabili motivazioni

Il parere specifica che: “L’applicazione del regolamento FIGC, di cui al C.U. n. 50 del 20 agosto 2018, determina, anche nel caso di sopravvenienza di una retrocessione all’ultimo posto in classifica per illecito amministrativo, lo scorrimento della graduatoria del campionato e, pertanto, la necessità di disputare i c.d. play-out sulla base dell’assetto finale della classifica. Conforta questa convinzione la considerazione delle seguenti circostanze:

a) la sanzione comminata alla US Città di Palermo Spa è di “retrocessione all’ultimo posto del Campionato di Serie B della stagione sportiva in corso 2018/2019”, non di retrocessione direttamente nella serie inferiore, quindi con modifica della classifica finale (mediante scorrimento) della stagione sportiva ritenuta – correttamente – ancora in corso;

b) le disposizioni regolamentari di cui al Comunicato n. 50/2018 parlano di “squadre classificate”, senza ulteriori specificazioni o esclusioni, quindi non possono che riferirsi alla
classifica finale come determinata sia dai risultati conseguiti sul campo sia da quelli eventualmente corretti in seguito a vicende disciplinari (o di altro genere, quali il ritiro, il
fallimento, ecc.), senza che possa legittimamente escludersi l’incidenza di questi ultimi, in mancanza di ogni riferimento normativo ad hoc;

c) nel senso ritenuto corretto da questo Collegio risulta si sia già determinata la Federazione, applicando il criterio dello scorrimento della graduatoria, in esecuzione del provvedimento disciplinare di retrocessione del Palermo dal terzo all’ultimo posto della classifica, e ammettendo alla disputa dei play-off per la promozione in Serie A la squadra A.C. Perugia Calcio, ancorché non in posizione utile di classifica prima della retrocessione del Palermo”.

Le decisioni della Lega B con Balata

E’ giunta finalmente l’ora dei playout tra Foggia e Salernitana dunque? Non sembra. Il presidente della Lega di serie B, Mauro Balata, infatti “a seguito del decreto pubblicato dal Tar del Lazio e del parere emesso dal Collegio di garanzia del Coni ha disposto lo svolgimento dei playout del campionato Serie BKT 2018/19” e quindi rimandando la decisione definitiva al Consiglio direttivo convocato per il giorno 30 maggio 2019 per le determinazioni conseguenti. Non solo, ma anche in tema date e svolgimento.

L’eventuale provvedimento

In sostanza, il provvedimento, pubblicato dalla Lega B, è ancora una volta un mistero. Anche prendendo atto di quanto stabilito sia dal Tar che dal collegio di garanzia, la decisione finale è emanata al Consiglio Direttivo “considerando la situazione di straordinaria urgenza causata dai provvedimenti menzionati, intervenuti ormai al termine della fase “regolare” della stagione sportiva e nell’imminenza dell’avvio delle attività delle rappresentative nazionali in ambito UEFA e FIFA, con tutto quel che ne consegue in termini di disponibilità dei calciatori”. Il problema, starebbe nel fatto che al Foggia mancherebbe Ranieri e alla Salernitana il fantasista Andrè Anderson. Il Consiglio direttivo è fissato al 30 maggio “nelle more dell’adozione di eventuali ulteriori provvedimenti da parte di organi della Giustizia Federale”.

Chiaro il riferimento all’appuntamento fissato il prossimo 29 maggio quando la Corte Federale d’Appello, dopo un primo rinvio, è chiamata a pronunciarsi sulla retrocessione del Palermo stabilita in primo grado. Ancora una volta la Lega B prende una decisione che può comportare nuove polemiche. La sostanza dice che Foggia e Salernitana, a quest’oggi, avrebbero già dovuto disputare i play out. Qualsiasi conclusione che si discosterà da questa lascerà il campo a ulteriori strascichi giudiziari. Ad aggiungere carne sul fuoco è il fatto che, come in un grande gioco dell’oca, si è ritornati alla casella di prima: a pronunciarsi dovrà essere il Consiglio Direttivo della Lega, lo stesso che lo scorso 13 maggio aveva deciso di  annullare i playout.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: