Il cammino granata riparte da Pescara

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Esaurita la lunga sosta invernale al giro di boa, la Salernitana riprende il cammino in campionato facendo visita al Pescara.

La Salernitana riparte da Pescara

Dopo aver racimolato 26 punti in classifica, che valgono la nona posizione al pari proprio dei delfini, adesso si inizia a fare sul serio. Ne è consapevole mister Ventura, che sa quanti sia importante limitare al massimo d’ora in poi i passi falsi.

Allo stadio “Adriatico” sarà fondamentale partire col piede giusto in questo girone di ritorno, così come fatto all’andata, quando i granata si imposero per 3-1 sugli abruzzesi.

Granata ancora in emergenza difesa

Non mancheranno le condizioni di emergenza che spesso hanno accompagnato Micai e compagni. Stavolta saranno assenti in un solo colpo Karo, Di Tacchio e Kiyine per squalifica, il tecnico ha già pronte le soluzioni alternative. Il mercato gli ha finora regalato due innesti per irrobustire la fase difensiva ma che non entreranno subito in gioco. Herteaux è pronto al debutto dopo aver superato le lunghe noie fisiche mentre in mediana sarà rispolverato Maistro. Se le fasce sono in buone mani grazie a Lombardi e Cicerelli, l’attacco spera di poter fare affidamento nell’acciaccato Djuric.

Le speranze sull’Adriatico

La Salernitana può comunque fare bene a Pescara poiché ha le carte in regola per competere con l’avversario. I biancazzurri saranno disposti a specchio e vanno a caccia della vittoria interna, che manca dallo scorso 2 novembre. I granata devono riprendere la mini striscia positiva interrotta in maniera un po’ inattesa a La Spezia a fine dicembre.

La Salernitana e la classifica

La graduatoria, Benevento a parte, è piuttosto corta e la continuità rappresenterà il fattore principale per poter coltivare sogni di gloria in primavera. La ricetta tattica dovrà stilarla Gian Piero Ventura mentre la società, nel contempo, è chiamata ad intervenire per migliorare il più possibile l’attuale organico e risolvere gli enigmi come quello del caso Cerci.

SalernoSport24