Pallanuoto: la FIN dichiara conclusi i campionati di A1, A2 e B, scudetto non assegnato

rari-nantes
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Tramite un comunicato stampa, la FIN ha dichiarato conclusi i campionati di Serie A1, A2 e B. Non ci saranno né promozioni né retrocessioni, così come non verrà assegnato lo scudetto. Ancora in ballo i campionati juniores.

La FIN ferma la pallanuoto

Nella serata di ieri un comunicato stampa, apparso sul sito ufficiale della FIN (Federazione Italiana Nuoto), ha lasciato di stucco l’ambiente natatorio. L’organo federale ha infatti dichiarati conclusi tutti i campionati di pallanuoto dalla Serie A1 alla B, sospendendo promozioni, retrocessioni ed assegnazione di titoli.

Ironia del caso, proprio nel pomeriggio di ieri, il tecnico Pino Porzio auspicava, in esclusiva ai nostri microfoni, un ritorno in piscina in estate.


Molti campionati si sono fermati, la pallanuoto, così come gli altri sport della FIN, sono ancora in attesa. Secondo lei questa stagione potrà concludersi?

«Molti Sport hanno chiuso o hanno indicazioni precise già da tempo, noi, teoricamente, potremmo anche disputare i nostri campionati in estate ed all’aperto. Le prospettive, però, non mi sembrano rosee poiché gli atleti necessitano di tempo per ritrovare la forma e dopo due mesi lontani dall’acqua avranno bisogno di molto tempo. In Italia si vocifera di organizzare una fase finale a quattro o sei, ma al momento c’è troppa incertezza, dobbiamo aspettare ancora un po’».


Termina così, bruscamente, la stagione del ritorno in A1 per la Rari Nantes Salerno; salva con merito nelle giornate disputate, ma senza aver potuto concludere la stagione che, forse, avrebbe potuto dare qualche soddisfazione extra.

Di seguito, un estratto del comunicato della FIN.


La Federazione Italiana Nuoto comunica che, non essendo possibile garantire la ripresa in tempi brevi dello svolgimento regolare delle attività a causa dell’emergenza Covid-19, ha disposto la conclusione di tutti i campionati nazionali di pallanuoto 2019/2020 di serie A1, A2 e B, sia maschili sia femminili.
A tal proposito sono stati stabiliti la non assegnazione del titolo di Campione d’Italia ed il blocco delle retrocessioni alle serie inferiori.
Inoltre vengono bloccate le promozioni alle serie superiori.

Nelle condizioni attuali non è possibile avere certezza dei tempi di pieno utilizzo degli impianti natatori – sottolinea il presidente Paolo Barelli, che così commenta la decisione adottata dal consiglio federale – Sono molto dispiaciuto per questo stop inevitabile; mi auguro e spero che il prossimo campionato possa rappresentare il ritorno alla normalità e così onorare l’impegno degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti di società che hanno dovuto vivere, insieme con tutto il Paese, questo momento tragico della nostra storia, non solo sportiva.

SalernoSport24
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: