Il modulo di Castori, lo schema tattico della Salernitana

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Dal modulo della nuova Salernitana di Fabrizio Castori si evince quanto ancora sia un cantiere la formazione granata, lo si è visto dal pareggio raccolto con la Fermana.

Salernitana, servono calciatori per il modulo di Castori

In realtà servirebbero calciatori a prescindere. La dura protesta della piazza è arrivata ai palazzi di potere ma, a quanto pare, ancora poco effettivamente si muove per accontentare la piazza. Castori ha preso un patata bollente, e ora, a meno che questa non si trasformi in una Waterloo, bisognerà lavorare parecchio. Forse con poco più di quanto il mister abbia già a disposizione.

salernitana-fermana-amichevole-castori-modulo
Fabrizio Castori

Sì, perché alcuni dei calciatori che sono andati via (e tanti saluti anche al progetto di ricostruzione morale messo su da Ventura), sarebbero stati utili anche al gioco del nuovo mister. Probabilmente non tornerà Lombari. Ad Akpa Akpro, fresco delle visite mediche in casa Lazio, non ci vorrà tanto per far capire di che pasta è fatto. Quindi chi rimane?

Il modulo del mister

Il 3-5-2 di Castori è una maschera che si trasforma in 4-4-2, ma l’impressione è che manchi gli uomini per una difesa ben coperta. Non c’è un reparto che lasci perplessi più di altri. In mezzo al campo, infatti, nella zona nevralgica manca ancora il pensatore, quello che trasforma un arido palleggio, in azioni ficcanti. C’è Di Tacchio… nulla contro il capitano, ma non è nelle sue corde ‘costruire’.

Poi in un modulo del genere servirebbero le ali, di quelle che creano superiorità numerica. Nell’amichevole con la Fermana, i ‘quinti’ erano Casasola da una parte e Lopez dall’altra… ma i pericoli alla porta di Ginestra arrivavano soprattutto dalle giocate di Cicerelli.

cicerelli-salernitana-fermana-amichevole-castori-modulo
Emanuele Cicerelli

Ma anche l’attacco perplime non poco: con l’assenza di Djuric di ieri, galloni affidati a Gondo e Giannetti. Passi per l’ivoriano, tra i migliori della parte finale dell’ultimo campionato, ma l’attaccante ex Livorno potrebbe diventare anche ex Salernitana in questa finestra di mercato.

⚽️ Salernitana-Fermana, 1-1 finale: attacco senza mordente e "coperta corta"

Pubblicato da SalernoSport24 su Sabato 29 agosto 2020

Una settimana di ritito

Dopo sette giorni di ritiro, ci si aspettava di sfruttare l’onda lunga di quanto lasciato da Ventura. La sensazione è quella di aver dilapidato qualcosa d’importante ancor prima di partire. Con le partenze eccellenti di Akpa Akpro e Lombardi in primis, dopo una settimana di lavoro, con il campionato a meno di un mese, ci si aspettava una repentina e chiara risposta. Soprattutto quando i play-off sono sfumati per una manciata di punti. Salerno, lo ha fatto ben capire, vuole altro e, a questo punto, neanche più se lo aspetta.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *