Gli ultimi 90 minuti valgono una stagione

kiyine-spezia-salernitana
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Con lo Spezia allo stadio Arechi la Salernitana si gioca gli ultimi 90 minuti di campionato per centrare l’obiettivo play off. Il traguardo sarebbe importante per rispettare i programmi e dare un effettivo senso alla stagione. Certo, conquistare eventualmente la settima o ottava piazza rappresenterebbe una montagna da scalare nel post regular season. Tuttavia, lo scorso anno, ad esempio, il Verona acciuffo’ un posto in griglia all’ultimo istante e poi vinse la fase a spareggi.
È chiaro che bisognerà compiere un passo alla volta ed evitare i voli pindarici, è il momento di concentrarsi solo sullo Spezia.
L’avversario è di caratura e indubbiamente attrezzato per la categoria, attestato attualmente in terza posizione in classifica. Sebbene i liguri non provengano dal momento migliore della stagione, reduci da 8 punti racimolati nelle ultime cinque partite, restano temibili da affrontare. Serviranno attenzione, applicazione, sagacia tattica e voglia di raggiungere un obiettivo “storico”, mai conquistato prima. Granata reduci dal quinto campionato di serie B, senza riuscire mai a lottare per un posto play off fino all’ultimo.
Ventura è uomo di calcio e di esperienza e, a fronte delle dichiarazioni di facciata più volte esternate, sa bene il valore aggiunto che avrebbe la qualificazione. Il trainer studia soluzioni tattiche e riflette sugli interpreti a cui dare fiducia per raggiungere lo scopo.
Negli ultimi 90 minuti a disposizione i granata non possono steccare l’appuntamento per regalare una gioia ed una soddisfazione a se stessi ed ai tifosi.
La compagine con l’Ippocampo sul petto è reduce dal pareggio di rigore a Trieste col Pordenone, che ha fatto seguito al brutto KO interno con l’Empoli. In precedenza la Salernitana aveva ottenuto combattuto un buon pari a Crotone, ottenuto in inferiorità numerica di oltre mezz’ora di gioco. A tratti poi sono arrivati cali di tensione e di rendimento improvvisi, come ad Ascoli.
Il passato va messo da parte, conta il presente e conta solo la vittoria. I granata soltanto conquistando i tre punti potranno accedere alla fase play off tanto agognata. Peccato non poter contare sull’apporto della tifoseria, che in appuntamenti come questo avrebbe risposto presente e sostenuto i propri beniamini fino al triplice fischio. Ma la Salernitana non è sola: anche a distanza tanto cuori battono per la casacca granata, ora serve un ultimo grande sforzo: proviamoci!

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: