Futsal Nuceria: intervista al capitano rossonero Carola Lamberti

Il Futsal Nuceria, in stagione, si è distinto nel torneo di Serie A2 di calcio a 5 femminile. Abbiamo raggiunto il difensore delle rossonere Carola Lamberti

SalernoSport24
nuceria calcio femminile

carola lamberti futsal nuceria

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

In questa stagione di calcio a 5 femminile il Futsal Nuceria era impegnata nel torneo di Serie A2 nazionale. La formazione rossonera, allenata dal tecnico Giuseppe Dello Ioio, era inserita, infatti, nel gruppo D. Le nocerine, sino allo stop forzato delle attività agonistiche, erano posizionate in piena zona salvezza. Abbiamo raggiunto, per una breve intervista,  il difensore e capitano Carola Lamberti, nella foto di Francesco Petti (Zero a Zero).  

Futsal Nuceria, intervista a Carola Lamberti

Carola Lamberti come si è avvicinata a questo sport?

Lo ricordo come se fosse ora. Da piccola, andando a trovare mia nonna a casa, c’era mia zia Giuseppina in giardino con la palla e mi incantavo a guardarla.  Oggi, incredibilmente, oltre che essere zia e nipote siamo anche compagne di squadra da oltre 10 anni. Pina Lamberti, numero 5 del Futsal Nuceria, da questo punto di vista è stata ed è la mia fortuna.

Il campionato di Serie A2 come lo valuti? Come è andata per voi del Futsal Nuceria?

Il campionato di Serie A2 quest’anno, in tutta sincerità, rispetto a quello passato era più alla nostra portata. In questa stagione, oltre a qualche squadra completa sotto ogni punto di vista calcistico, la classifica si è mostrata molto corta. Con la giusta tenacia, mentalità e coesione, si potevano, tranquillamente, scalare posizioni in modo positivo.

Quale squadra e quale avversaria ti hanno impressionato maggiormente?

Sinceramente se parliamo di squadra mi viene in mente il Fasano, formazione pugliese in testa al campionato.  Se parliamo di singoli, purtroppo, non posso farti un solo nome, sarebbe difficile.  Molfetta, che ha fatto un torneo di vertice, aveva qualche ragazza straniera molto interessante. Contro di noi, almeno, erano ovunque e sembravano instancabili.

Quale momento di questa stagione rimarrà nella tua memoria e quale partita vorresti rigiocare?

 Di questa stagione sicuramente ricordo la trasferta a Taranto, l’ultima del girone di andata. Il risultato beffardo mi ricorda su quanta ingenuità bisogna lavorare ancora e quanto l’influenza del pubblico possa compromettere l’imparzialità dei direttori di gara. Ma oltre questa partita ,ovviamente, da voler riscattare c’è anche quella contro il Sarno. 

Dopo questo lungo periodo di stop quanto ti manca il campo, quanta voglia hai Carola Lamberti di ripartire?

La voglia di ripartire è tanta. Questo stop non ci voleva un po’ per tutto, mi rendo conto che ci sono cose peggiori di uno stop al campionato, ma a lungo andare l’esigenza di tornare sul campo si fa sentire. Sembra banale ma, per me, è un benessere vero e proprio.

SalernoSport24
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: