Coronavirus, calcio mondiale a rischio: l’OMS potrebbe chiudere i battenti

oms-pandemia-coronavirus
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Anche nel mondo del calcio, non si placa l’allarme legato al Coronavirus. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, potrebbe decidere di bloccare tutte le competizioni mondiali a tempo indeterminato.

Coronavirus, calcio mondiale a rischio: ipotesi rescissione per i calciatori

Com’è ormai noto, l’allarme legato all’epidemia da Covid-19, in Italia, ha avuto pesanti ripercussioni anche sul mondo dello sport. Battenti chiusi fino al 3 aprile, in ogni ordine e disciplina. Tutto regolare, o quasi, per quanto concerne Champions League ed Europa League. Entrambe le competizioni, infatti, hanno proseguito il loro programma regolarmente, sebbene in molti casi sono state necessarie le porte chiuse. In attesa di capire come si evolverà la situazione e, di conseguenza, di quale sarà il futuro, lo sport osserva con attenzione le decisioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Come riportato dai colleghi di calciomercato.com, qualora l’OMS dichiarasse lo stato di pandemia, verrebbero bloccate le competizioni FIFA e UEFA. Inoltre, entrerebbe in gioco la questione giuridica legata all’eventuale diritto di rescissione dei contratti dei calciatori, sia da parte dei club che dei giocatori stessi.

Allenamenti sospesi per diverse squadre di Serie A

Diverse squadre, intanto, hanno sospeso i loro allenamenti: stop per Bologna, Cagliari, Fiorentina, Genoa, Lazio, Lecce, Milan, Parma, Sassuolo, Spal e Verona. Uno scenario che va incontro al decreto del Governo, con la richiesta ai cittadini di restare nelle proprie case. Così facendo, inoltre, le squadre evitano il rischio infortuni e il conseguente sforzo ulteriori per gli ospedali, già pieni di pazienti.

SalernoSport24
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: