Coronavirus: la pandemia non placa la passione dei tifosi della Salernitana

amerò una bandiera
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Anche al tempo del Coronavirus, non si placa in alcun modo la passione dei tifosi per la Salernitana. Ecco la bella iniziativa di un supporter granata per tentare di rendere meno pesante la quarantena forzata e, soprattutto, la mancanza della propria squadra del cuore.

Il calcio al tempo del Coronavirus: la passione dei tifosi “non va in quarantena”

“Finchè vivrò… amerò una bandiera e sarà quella granata. Mai morrà, sempre vivrà…”… ed è proprio così, inesorabilmente. Un coro, molto in voga tra i tifosi granata nei primi anni 2000, che fa da sponda ad una bella iniziativa ideata dallo sfegatato tifoso della Bersagliera Adriano De Falco

Con l’allarme da Coronavirus che, giustamente, impone ai cittadini di rimanere in casa per evitare di espandere il contagio, anche il calcio, gioco forza, ha dovuto sospendere tutte le competizioni almeno fino al 3 aprile. Una misura necessaria che si ripercuote sugli irriducibili appassionati del mondo del calcio e, nel caso specifico, su chi è cresciuto da sempre a pane e Salernitana.

L’invito alla tifoseria di Adriano De Falco

E così, per rendere meno pesante il periodo di quarantena forzata, è nata l’iniziativa di De Falco. Un invito alla tifoseria ad uscire fuori a balconi e finestre con bandiere, drappi o sciarpe granata nella giornata domenica 15 marzo alle ore 15. Un modo per continuare a sostenere, idealmente, la Salernitana in un’ipotetica gara di campionato.

Queste le sue parole in merito all’iniziativa che, tra l’altro, inizia a raccogliere numerosi consensi:

«La mia idea nasce come un modo per sentirsi uniti sotto un’unica bandiera in questo momento di difficoltà comune. Nessun altro scopo, se non quello di trovare un motivo per sventolare il granata che è la nostra passione da quando siamo nati… e che mai potrà sopirsi”.

SalernoSport24
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: