Coronavirus e solidarietà: il Palmeiras abbraccia l’Italia con una lettera commovente

palmeiras
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

La nosta nazione risulta tra le più colpite al mondo dall’emergenza sanitaria arrecata dal Coronavirus. Non mancano messaggi di solidarietà e gare di beneficenza. Ultima la commovente lettera del Palmeiras, squadra brasiliana fondata proprio da italiani.

Il Palmeiras e la commovente lettera all’Italia

Il Palmeiras, squadra di San Paolo del Brasile, fu fondata il 26 agosto 1914 da immigrati italiani dopo la tournée brasiliana delle squadre del Torino e della Pro Vercelli. La squadra di calcio gioca nello Stadio Palestra Itália. Il primo nome storico della società fu Palestra Italia. Nelle ultime ore la società dei pappagalli verdi ha lanciato un abbraccio virtuale al nostro Paese con una lettera:

«Cara Italia, sono ormai trascorsi più di 100 anni dal nostro saluto, quando la Guerra, la miseria, la fame e la povertà hanno cambiato i nostri destini all’inizio del secolo XX. Con molto dolore e nostalgia, abbiamo attraversato l’Atlantico per “Fare l’America”. Qui abbiamo piantato il tuo seme in tutti i campi d’attuazione, sostituendo la mano d’opera degli schiavi. Con sudore, lavoro, fede e resilienza, sono stati i tuoi figli immigrati qui a San Paolo che hanno guidato la lotta contro la Grande Influenza nel 1918, che ha devastato il mondo, simile ai tempi così bui che stiamo vivendo. Abbiamo vinto insieme queste e altre sfide sociali, e siamo diventati ancora più forti nel nostro percorso. Sono passati parecchi anni, abbiamo costituito glorie sociali e sportive come lo avete fatto anche voi, quando una Seconda Grande Guerra ci ha immersi di nuovo nel caos, nella paura e nella distruzione. Ancora una volta abbiamo avuto la forza per superare i momenti oscuri, per reinventarci e andare avanti. Anzi, sembra proprio questo essere il nostro destino: riemergere sempre e sempre più forti. Quando gioca il Palestra, gioca la Bella e Leggendaria Italia. Con orgoglio ostentavano i suoi colori con i nostri simboli. Era la nostra premessa nei primi tempi della nostra esistenza. Oggi chiediamo il permesso ai nostri avi per riscrivere quest’idea: quando feriscono in qualche modo l’Italia, feriscono anche il Palestra e la sua gente. Oggi, il tuo figlio distante qui in Sud America, soffre e piange nel vedere la sua madrepatria collassata, come tutto il resto del mondo Tra le tante precauzioni in questo momento così delicato dell’umanità, è dovere dei più giovani accogliere i parenti e gli amici più vecchi e vulnerabili con altruismo e fratellanza, come i nostri genitori e nonni. Il Palmeiras, eterno Palestra, cerca di seguire alla lettera questa raccomandazione, e urla dal fondo della sua anima: siamo con voi fratelli italiani! Siamo insieme fratelli italiani. FORZA».

 

SalernoSport24
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: