Chievo-Salernitana, Castori previdente: dal modulo 4-4-2 al 5-3-2

salernitana-reggina-veseli-frederic

Foto: Bruno Maffia

Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Ancora una volta Castori mette in campo una Salernitana capace di cambiare modulo in corsa. In questo match la variazione è conseguenza del risultato, dopo il vantaggio granata la Salernitana inizia a soffrire nel finale di gara e allora dentro un difensore centrale vero a formare il terzetto difensivo.

Salernitana, Castori previdente: dal 4-4-2 al 5-3-2

Dopo le prove generali della prima partita, mister Castori mette in pratica un cambio di modulo efficace in corsa, effettuando una sostituzione. Il cambio avviene esattamente al minuto 81′, quando entra Veseli per Cicerelli. La Salernitana aveva iniziato il match con il consueto 4-4-2, le fasce esterne occupate a sinistra da Lopez e Cicerelli, a destra da Casasola e Kupisz. Fondamentali i recuperi in difesa di Gyomber e a centrocampo di Di tacchio, i quali sono le uniche novità rispetto al match d’esordio. Il gioco si sviluppa quasi sempre sulla destra, dove Casasola spinge e cerca di servire diverse volte gli attaccanti Tutino e Djuric. Dopo il vantaggio del gigante bosniaco al 64′, la Salernitana abbassa il baricentro e aspetta il Chievo nella propria metà campo. Al 77′ Aglietti effettua un triplo cambio, con due centrocampisti offensivi ed una prima punta. Quattro minuti dopo Castori risponde con un cambio di modulo: Veseli per Cicerelli e Gondo per Djuric. La seconda sostituzione permetterà ai granata di tenere il pallone nella metà campo avversaria per più volte nel finale di partita, grazia alla fisicità dell’ivoriano. Con l’ingresso di Veseli si va a completare un terzetto difensivo, con Aya al centro e Gyomber sul centro-sinistra. Casasola e Lopez rimangono comunque bassi, per non permettere ai veneti di prendere troppo campo sulle corsie. Così da formare un 5-3-2 che permette alla Salernitana di marcare al meglio nell’area di rigore e ripartire in contropiede.

Le sostituzioni di Castori

Al 57′ Castori cerca una nota di velocità in mezzo al campo e inserisce Capezzi per uno stanchissimo Schiavone, dopo pochi minuti arriverà il gol del vantaggio. Il ragazzo acquistato a titolo definitivo dalla Sampdoria, si mette in mostra nel finale di gara con una bella conclusione da posizione defilata, tuttavia la gioia del gol gli viene negata dal portiere avversario. All’inizio dei cinque di recupero Castori decide di far entrare anche Lombardi e Curcio per Tutino e Kupisz. Il primo nervoso nel finale di gara e il seconda aveva praticamente dato tutto.


Potrebbe interessarti anche…

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *