Quando la storia del Bologna di Gazzoni incrociò la Salernitana

gazzoni
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Un altro pezzo della storia del calcio italiano ci lascia, Giuseppe Gazzoni Frascara. L’imprenditore emiliano, cavalieri del lavoro, torinese di nascita, ha guidato il Bologna 13 anni. Riviviamo i momenti in cui i felsinei incrociarono i tacchetti con la Salernitana.

Bologna: Gazzoni un presidente d’altri tempi

Tredici anni alla guida del Bologna, tredici anni nei quali ha subito a testa alta i poteri forti di un calcio malato culminati con Calciopoli. La squadra rossoblù di Gazzoni retrocesse sul campo nel 2006 e, dopo che la giustizia riconobbe alcune anomalie proprio ai danni dei bolognesi, questa non fu né ripescata né risarcita. Un colpo, duro, alla chiarezza di un sistema calcio che più di una volta ha lasciato più ombre che altro. Un colpo talmente duro da far maturare la scelta, quella di buttare la spugna. 

Finì così la storia tra Gazzoni e il Bologna, arreso davanti ad un sistema difficile da cambiare, anche dall’interno.

La Salernitana contro il Bologna di Gazzoni

I granata hanno incrociato quattro volte in tutto il Bologna al cui timone c’era Gazzoni, in due distinti campionati, Serie B e Serie A. Due pareggi a reti inviolate nel campionato cadetto 1995-1996. In massima serie fu tutta un’altra cosa. Nella gara di andata la Salernitana riuscì a strappare un pareggio al Dall’Ara. Altra storia nel match di ritorno all’Arechi quando Di Vaio mise al tappeto i felsinei con una tripletta, un 4-0 completato dall’emozionante rete di Krstic.



SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: