Analisi del match: una Salernitana inconsistente perde a Castellammare di Stabia

juve-stabia-salernitana-giannetti
Funshopping.it - il marketplace amico dei commercianti

Splende il sole su Castellammare di Stabia per un derby che torna dopo oltre 10 anni, Juve Stabia-Salernitana. Pubblico delle grandi occasioni per lo stadio “Menti” che aspetta la sfida ai granata per rifarsi degli smacchi del passato. Da Salerno sono 170 i tifosi al seguito, sui 1.688 totali.

Analisi di Juve Stabia-Salernitana

PRIMO TEMPO

Pronti, partenza… via! Partiti. La Salernitana attacca da destra a sinistra con la tenuta da trasferta total white. Sette minuti per vedere un tiro nello specchio della porta, ci riesce la Juve Stabia che al primo tentativo va in gol. Errore difensivo, tutto nato da una rimessa laterale di Lopez, Cissé s’infila tra le maglie avversarie e trafigge Micai, facendogli passare la palla sotto le gambe. Una Salernitana al di sotto delle aspettative. All’11’ le vespe potrebbero passare ancora: Bifulco resiste a Karo, si libera ma il suo destro in diagonale termina sul fondo per questione di centimetri. Al 16’ si sveglia la Salernitana che coglie un palo con Jallow. L’azione continua sui piedi di Kiyine he prova a metterla morbida al centro, palla respinta sui piedi di Di Tacchio che prova il tiro di prima: sfera alle stelle. Al 18’ tiro dalla distanza di Lombardi, palla centrale e tesa, nessun problema per Russo che para centralmente. Nella parte centrale della frazione la Juve Stabia arretra il suo raggio d’azione e i granata non avanza timidamente. Al 25’ i padroni di casa sono costretti al primo cambio, esce l’acciaccato Troest, entra Allievi. Ma i granata continuano a soffrire sulla sinistra. Al 27’ rovesciata incredibile di Tonucci, palla che scende a spiovente e Micai salva la porta con un gran colpo di reni, palla in corner. Grande occasione per la Salernitana con Giannetti che, solo, in area sbaglia in maniera clamorosa. Al 35’ ancora un’occasione per i granata: discesa di Lombardi, palla dentro, ma la difesa sventa in calcio d’angolo. Al 41’ buona discesa di Di Gennaro, la palla arriva dall’altra parte sui piedi di Bifulco, anche in questa circostanza la palla va fuori. Passa un minuto e Canotto prova l’incursione, il suo tiro è murato da Karo. Al 43’ ci prova ma la sua conclusione non crea problemi a Russo. Al 44’ Kiyine si guadagna un buon calcio di punizione in posizione centrale. S’incarica lo stesso marocchino, ma la sua conclusione termina abbondantemente alta. Al’ 47 gol annullato a Canotto per fuorigioco. La palla però aveva già passato la linea di fondo di mezzo metro sul primo cross. L’assistente di linea non se ne avvede. 

SECONDO TEMPO

Riparte il match con una Salernitana che appare più volitiva. Subito un calcio di punizione per i granata. Lopez tocca corto per Kiyine che prova la botta da fuori, Russo la para con fatica. La Juve Stabia prova le ripartenze in contropiede e quando lo fa trova praterie, soprattutto sulla sinistra. Caserta richiama Cissé in panchina, al suo posto entra Rossi. La Salernitana preme ma manca il bomber, nel frattempo Ventura richiama Lombardi, tra i migliori in campo. Al suo posto entra Cicerelli. Riprende metri la Juve Stabia. Fin qui i cambi non hanno sortito effetti nelle file della Salernitana. Al 78’ tiro dalla distanza di Di Tacchio, palla smorzata che termina tra le mani di Russo. Ventura le prova tutte: richiama Djuric al posto Di Tacchio. Si mette male la Salernitana che perde Migliorini. Il centrale granata compie un’ingenuità trattenendo un avversario. Pezzuto chiama il fallo e l’ex Avellino lo manda a quel paese. Nel recupero, la Juve Stabia approfitta di un contropiede per chiudere la partita. Azione non valida a causa di un secondo pallone in campo proprio nella fase di azione delle vespe. La palla arriva poi a Canotto che deposita in rete. Pezzuto convalida la rete e chiude così la partita dopo oltre i quattro minuti di recupero concessi.


Tabellino del match

Juve Stabia (4-3-3): Russo, Vitiello, Troest (26’ Allievi), Tonucci, Bifulco (71’ Elia), Calò, Calvano, Di Gennaro, Cissé (58’ Rossi), Canotto, Germoni. A disp.: Branduani, Boateng, Allievi, Melara, Rossi, Del Sole, Elia, Mallamo, Fazio, Forte, Mezavilla, Buchel. All.: Caserta

Salernitana (3-5-2): Micai, Karo, Migliorini, Jaroszynski, Kiyine (72’ Maistro), Akpa-Akpro, Di Tacchio (81’ Djuric), Lombardi (66’ Cicerelli), Lopez, Jallow, Giannetti. A disp.: Vannucchi, Billong, Odjer, Djuric, Gondo, Cicerelli, Kalombo, Morrone, Maistro, Pinto. All.: G.P. Ventura

Marcatori: 7’ Cissé, 96’ Canotto
Corner: 2-7
Ammoniti: 30’ Tonucci, 45’ Lopez, 48’ Akpa-Akpro, 70’ Migliorini, 87’ Germoni
Espulso: 84’ Migliorini

SalernoSport24