Cremonese-Salernitana: il pagellone di SalernoSport24

cremonese-salernitana-di-tacchio

Un’ingenua e timorosa Salernitana spiana la strada alla Cremonese, che passa allo “Zini” con un gollonzo di Ciofani, con la complicità di Micai. Rete viziata da una posizione di fuorigioco di Ceravolo non rilevata dalla terna arbitrale. Male Di Tacchio, malissimo Kiyine. Attacco dalle polveri bagnate. Analizziamo le prestazioni individuali dei calciatori della Salernitana di oggi attraverso il pagellone di SalernoSport24.

Il pagellone di Cremonese-Salernitana

Micai 5,5 – Insuperabile nella prima frazione di gioco, ci mette lo zampino in negativo sul gol di Ciofani, smanacciando in malo modo sui piedi dell’ex attaccante del Frosinone che non può far altro che ribadire in rete.

Karo 5 – Soffre, come tutti i suoi colleghi di reparto, le numerose sortite offensive dei padroni di casa. Non è reattivo sul tentativo di respinta del tiro di Ciofani, insaccatosi lentamente sulla sua destra.

Migliorini 6 – Sufficiente, nel complesso, la gara dell’ex centrale dell’Avellino, che riesce a limitare Ceravolo per gran parte del match. Unico svarione dopo pochi minuti di gioco, quando si fa scavalcare da un lancio su cui per poco Ciofani non ne approfitta.

Jaroszyinski 5,5-  Sottotono, questa volta, la prestazione del polacco. Sullo 0-0 lancia involontariamente a rete Kingsley che, per sua fortuna, si fa ipnotizzare da Micai.

Lombardi 5 – Altra prova incolore dell’ala destra di proprietà della Lazio. A differenza della gara con l’Entella, cerca quasi sempre l’uno contro uno che, però, non gli riesce praticamente mai. Impreciso anche nei pochi cross che gli concedono gli avversari. Non riesce a capitalizzare la palla gol capitatagli sui piedi dopo la tripla clamorosa occasione nella seconda frazione di gioco. Dal ’76 Cicerelli 5,5 – Prova a dare vivacità alla manovra offensiva granata, ma sbaglia praticamente tutti i cross per le punte. Dopo quasi un mese di stop non è al meglio fisicamente, e si vede. Il vero Cicerelli è quello che manca più di tutti a questa Salernitana.

Akpa Akpro 6 – Fa quello che può, ma spesso predica nel deserto. Sempre determinante in fase difensiva, in cui riesce a spezzare in diverse occasioni la manovra avversaria. Impreciso nel suggerimento ai compagni. Avrebbe bisogno di un vero play maker al suo fianco che ne sfrutti gli inserimenti.

Di Tacchio 4,5 – Lento, macchinoso e sempre in ritardo in chiusura. A sua discolpa c’è da dire che, fino a questo momento, è uno dei pochi a non aver saltato nemmeno un minuto in stagione avendo portato avanti la carretta quasi da solo. Probabilmente la sosta gli consentirà di ricaricare le batterie.

Maistro 5 – Come spesso accade, si accende a sprazzi. Quando lo fa, si ha sempre la sensazione che possa creare un’azione pericolosa ma, a differenza della gara con l’Entella, si perde nell’ultimo passaggio. Dal ’79 Firenze s. v. – Il ragazzo ha voglia ed entra col piglio giusto, ma non riesce ad incidere toccando pochissimi palloni.

Kiyine 4 – Supponente e, per larghi tratti, persino irritante. Per la terza gara di fila, è il peggiore dei suoi. Nel primo tempo, praticamente, è un uomo in più per gli avversari. Nella seconda frazione si propone maggiormente, ma con scarsi risultati.  Sulla tripla occasione da gol in una, ha tutto il tempo di guardare la porta e piazzare la palla dove vuole, ma fa un passaggio a Terranova. Probabilmente, la titolarità fin qui assicuratagli da mister Ventura non gli sta giovando affatto.

Gondo 5 – Male, questa volta, anche l’attaccante ivoriano. Ha sul piede la palla del possibile vantaggio granata che non capitalizza allungandosi troppo il pallone.

Jallow 6  Il migliore del reparto offensivo. E’ suo l’unico tiro nello specchio della porta nel primo tempo. Si muove bene e cerca spesso di dialogare con Gondo che oggi, però, non è in giornata. Senza dubbio, non meritava di uscire. Dal ’70 Giannetti 5 – Impalpabile. Tocca 3 palloni in 25 minuti e commette sistematicamente fallo sul difensore di turno. Da rivedere.

Ventura 5 – Questa volta, mister Libidine ci mette del suo. A nostro parere, sbaglia la sostituzione di Jallow, l’unico parso in palla fin dall’inizio. Ritarda gli ingressi di Cicerelli e Firenze che, forse, inseriti prima, avrebbero potuto dare qualcosa in più alla squadra in fase propositiva.


Il tabellino del match

Cremonese (3-5-2): Agazzi; Ravanelli, Bianchetti, Terranova; Mogos, Kingsley (68′ Arini), Gustafson, Valzania (90′ Soddimo), Migliore; Ciofani (81′ Palombi), Ceravolo. A disp.: Ravaglia, De Bono, Castagnetti, Piccolo, Boultam, Palombi, Claiton, Renzetti, Soddimo, Zortea, Arini. All.: M. Baroni

Salernitana (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi (76′ Cicerelli), Akpa-Akpro, Di Tacchio, Maistro, Kiyine; Gondo, Jallow (70′ Giannetti). A disp.: Vannucchi, Lopez, Odjer, Firenze, Djuric, Cicerelli, Kalombo, Pinto, Giannetti. All.: G.P. Ventura

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli
Assistenti: Bercigli/Perrotti
IV uomo: Simone Sozza di Seregno

Marcatori: 72′ Ciofani
Ammoniti: 25′ Akpa Akpro, 28′ Ravanelli, 48′ Migliore, 55′ Gustafson, 55′ Maistro, 79′ Ceravolo
Corner: 6-6

SalernoSport24