Home » Blog » Calciomercato Salernitana: occhi ancora al Rieti in attesa dell’esito del club

Calciomercato Salernitana: occhi ancora al Rieti in attesa dell’esito del club

calciomercato-salernitana-mercato

In principio fu il Pro Piacenza, con il triste esito della società rossonera. Oggi però il calciomercato di gennaio potrebbe salvare, quantomeno economicamente, il Rieti. Dopo l’esodo di granatini di questa estate passati dalla società col cavalluccio al club reatino, qualcuno potrebbe fare presto ritorno.

Calciomercato: la Salernitana resta vigile sul “caso Rieti”

Potrebbe esserci un “caso Pro Piacenza bis”, ancora una volta in Serie C. Ancora una volta una società che fa dei propri risultati lo scudo finanziario dove (non) difendersi. La società reatina, attualmente al penultimo posto in classifica con due punti, ha da qualche settimana perso per dimissiono (manco a dirlo) l’ex mister della Primavera granata Mariani. Non solo. La scorsa domenica in occasione del match Rieti-Monopoli, la tifoseria amarantoceleste ha duramente contestato il DS della Salernitana Fabiani, additandogli la colpa di questa situazione tempestosa. Il Rieti ha fatto proprio della Salernitana (tra ex e giocatori Primavera) il proprio roster dell’attuale stagione.

E il calciomercato? Innanzitutto la nuova proprietà reatina spera di avere entrate dal prossimo mercato. La Salernitana ha individuato Abdoul Guiebre come possibile colpo. Dopo Maistro, i granata guardano ancora al centrocampo: Guiebre classe 1997 nativo del Burkina Faso può giocare sia a centrocampo che sul lato sinistro. Sempre a centrocampo i granata potrebbero fa rientrare a casa Andrea Marino valutato dagli addetti ai lavori come uno dei pochi talenti che si sono messi in mostra nel settore giovanile granata. Marino era stato ceduto in estate con l’opzione di recompra tutta a favore della Salernitana.


Possibile penalizzazione per il Rieti

Il Rieti è finito nell’occhio del ciclone per il mancato pagamento degli stipendi di agosto e settembre, non onorati entro il 16 ottobre. Non si conoscono ancora le conseguenze di questo ultimatum anche se l’unica certezza è rappresentata dalla penalizzazione in classifica dai due ai quattro punti.

La squadra non si è allenata una volta certificata l’assenza dei pagamenti sui conti correnti. Debiti per quanto riguarda alloggi, spese di viaggio e stipendi. Da qui il cambio di proprietà della società che con un comunicato ha annunciato compratori rimasti segreti.

Il comunicato

“La società F.C. Rieti rende noto che la proprietà del club è passata ufficialmente dal dott. Riccardo Curci ad un nuovo gruppo di imprenditori, i cui nomi saranno resi noti nei prossimi giorni e che, al momento, sono rappresentati dalla società ” ITAL DIESEL srl” che mantiene il controllo delle intere quote societarie.

La nuova proprietà, consapevole del delicato impegno di cui si è fatta carico, tranquillizza tutte le varie componenti federali, l’intera città e, soprattutto, i propri tesserati che il nuovo gruppo dirigente ha risorse economiche solide per garantire una programmazione futura, seria, credibile e particolarmente oculata, nel totale e rigoroso rispetto delle rigide norme federali.

Nei prossimi giorni sarà indetta una conferenza stampa dove saranno rese pubbliche le figure dirigenziali, con rispettivi ruoli e competenze che rappresenteranno la società, ed immediatamente dopo chiederanno di essere ricevute dal primo cittadino della città di Rieti, dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli e dal presidente dall’associazione italiana calciatori.

Infine, dopo aver appreso da varie testate giornalistiche che era a rischio la trasferta di domenica prossima a Lentini, contro la Sicula Leonzio, garantisce che la squadra sarà regolarmente in campo.

In chiusura la nuova proprietà ritiene doveroso far pervenire al dott. Riccardo Curci i più sinceri ringraziamenti per i notevoli sacrifici sostenuti sul piano personale in tutte le annate sportive, nelle quali ha gestito in prima persona il calcio nella città di Rieti”.

SalernoSport24