Salernitana, vincere per conquistare il primato

editoriale

La Salernitana oggi è impegnata in casa con il Frosinone. Una partita non facile, ma un tiro da tre punti darebbe il primato.

Salernitana, tre punti per il primato

I risultati del sabato nel campionato cadetto hanno fornito conferme e sorprese. Vince in trasferta il Benevento mentre cade l’Empoli a Pordenone. I granata sono preceduti a quota 14 lunghezze, oltre che dai toscani, dai vittoriosi Crotone e Perugia. Una vittoria all’Arechi contro il Frosinone consentirebbe alla truppa di Ventura di conquistare il primo posto in classifica. La partita è ostica perché l’avversario è certamente di spessore, a di là del magro bottino di punti finora racimolato. I ciociari giungono all’appuntamento indietro in graduatoria e necessitano di risalire la china, anche per rendere più solida la panchina traballante di Alessandro Nesta.

Il Ventura-pensiero

Gian Piero Ventura ha ribadito che l’obiettivo più importante della gara è arrivare al risultato attraverso gioco e idee, considerando il valore dell’avversario. I gialloblù sono compagine di prima fascia assieme a Cremonese, Empoli e Benevento. La qualità e la quantità della qualità fanno la differenza.

La Salernitana affronterà il match senza alterare assetto tattico e formazione base, al netto di qualche possibile defezione per condizione non ottimale. È necessario dare continuità alle prestazioni dopo tre vittorie in trasferta ed un ruolino di marcia altalenante tra le mura amiche. Sarà fondamentale abbinare idee di gioco e spirito di combattimento su ogni pallone per poter sopperire al complessivo gap tecnico dei laziali. Sacrificio e voglia di vincere faranno la differenza a termine dei novanta minuti.

La squadra di Ventura in questo momento è sgombra da pensieri, in virtù di una partenza confortante, pensa a mettere in pratica ciò che prepara durante la settimana e sta costruendo il giusto entusiasmo per essere protagonisti.
Lo spirito è positivo, quantomeno a confronto con lo scorso anno, ma il percorso di crescita continua. Lo stesso discorso vale per la tifoseria, che lentamente si sta ricomponendo e ritrovando dopo le polemiche e le spaccature della scorsa stagione. Salerno ha voglia di rivalsa nonostante i numeri della prevendita siano discontinui e non premino a dovere l’impegno e i risultati di Micai e compagni. Lo zoccolo duro ci sarà come sempre ed è quello che conta di più. Se il trend dovesse confermarsi con il trascorrere delle giornate il resto della tifoseria, quello più scettico e pigro, sarà trascinato di conseguenza. Adesso è tempo di continuare il processo di costruzione del progetto, mattoncino su mattoncino. Nesta e i suoi sono avvisati.

SalernoSport24
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com