Salernitana-Benevento: il pagellone dei granata secondo SalernoSport24

pagellone

La Salernitana soccombe all’Arechi nel derby con il Benevento, sconfitta meritata al cospetto di una corazzata. Il pagellone granata secondo SalernoSport24.

Il pagellone dei granata

Queste le pagelle al termine della gara:

Micai: 6 – Qualche sbavatura nei rinvii voi piedi ma anche diverse uscite basse e alte con buon tempismo. Non può nulla sui gol, se non raccogliere la sfera in fondo al sacco.

Karo: 5,5 – Macchinoso nel reparto di retroguardia, si affida spesso all’appoggio ravvicinato e paga la scarsa cooperazione dei centrocampisti. Esce anzitempo per infortunio, facendo posto a Kalombo: 6 Fa ingresso in campo a partita compromessa ma conferma i progressi nella crescita. È un’opzione ulteriore in retroguardia, che ha impressionato positivamente il tecnico.

Migliorini: 5,5 Regge l’urto fino al gol ospite, facendo leva su fisicità ed esperienza. Quando la squadra molla gli ormeggi va pure lui in balia delle onde.

Jaroszynski: 6,5 Tra i pochi a salvarsi nella disfatta granata. Lottatore in campo, qualità negli appoggi sulla corsia, salva anche di testa sotto porta nella ripresa. Non basta per arginare la valanga giallorossa.

Cicerelli: 5,5 Meno propositivo delle precedenti uscite, non sfonda mai sulla fascia di competenza e soffre le scorribande dei dirimpettai.

Odjer: 5,5 Il più grintoso nel centrocampo di Ventura ma si limita a contrastare senza grande efficacia la manovra sannita, dotata di qualità e vigore. Esce per far posto a Maistro 6: Volitivo, entra a metà ripresa e si fa notare per un rasoterra dalla distanza che fa la barba al palo.

Di Tacchio: 5 Irriconoscibile. Sbaglia tanti passaggi, uno poteva costare caro nel primo tempo. Arranca a cospetto di Viola ed Hetemaj, becca anche un’ammonizione ad inizio gara che finirà per condizionargli tutti i 90 minuti di gioco.

Firenze: 5 Impalpabile, non si inserisce come suo solito, non riesce a conferire qualità e nemmeno fa da filtro alle incursioni avversarie.

Kiyine: 6 L’unico a tentare la giocata ed a lanciarsi nell’uno contro uno. La difesa delle Streghe è compatta e ben disposta in campo, non gli concede spazi. Con il passare del tempo aumentano le sue iniziative improbabili e i palloni persi.

Jallow: 4,5 Inconsistente, non pervenuto. Resta negli spogliatoi con testa e gambe. Ha un potenziale da poter innescare ma al momento opportuno non esplode mai, anzi finisce con compiere sempre la giocata peggiore. Diverse le palle perse. Due tiri all’attivo: uno in Curva, l’altro ciabattato a due passi dalla porta. Esce per Cerci: 6 Voto di incoraggiamento per l’ex Toro, che esordisce a 20 minuti dal termine. La partita tuttavia è già sul viale del tramonto e non riesce a incidere ma lo spirito e la voglia sembrano quelli giusti per fare bene.

Giannetti: 5 Evanescente a dispetto delle precedenti prestazioni, non è brillante come all’esordio. Non gli riesce mai la giocata, si nota per un colpo di testa deviato nel secondo tempo, ma non è certo il modo migliore per innescare la sua pericolosità.

All. Ventura 5,5 La Salernitana è troppo timorosa forse perché consapevole della forza dell’avversario e poco confidente nei propri mezzi. Il divario tecnico è sensibile tra le due formazioni ma l’ex CT si limita a cambi ruolo per ruolo, già programmati. Non stravolge mai l’assetto e chiede sempre di giocare il pallone. Granata evanescenti sotto porta e fragili in difesa, un passo indietro su cui ci sarà ancora tanto da lavorare.

SalernoSport24
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com