Salernitana-Benevento: analisi della partita attesa

stadio-arechi

Match molto atteso quello in programma lunedì sera allo stadio Arechi tra Salernitana e Benevento, primo derby stagionale per entrambe le compagini.
Dopo le due vittorie dei giallorossi nella scorsa stagione, le due squadre tornano ad incontrarsi in riva al Golfo. Entrambe partite bene in campionato, sono formazioni a caccia di importanti conferme e preziosi punti in ottica vertice di graduatoria.
La Salernitana con Ventura sta lentamente ritrovando idee e identità di gioco, gli Stregoni si sono affidati a Pippo Inzaghi per tentare nuovamente la scalata alla massima serie.

Saranno diverse le identità tattiche dei due undici in campo ma il match si preannuncia come una partita a scacchi tra granata e sanniti. Malgrado le assenze pesanti e giocatori non ancora al top della forma, mister Ventura punterà su una disposizione in campo collaudata, compatta ed aggressiva, basata sulla fase offensiva e sul possesso palla, agendo alternativamente dalle fasce e per vie centrali. Grande pressing e ripartenze per gli ospiti che per scardinare la difesa granata faranno leva sulla vena prolifica dell’ex bomber Massimo Coda.

L’ex ct della Nazionale confiderà nella fiducia del proprio gruppo e chiederà alla squadra un atteggiamento tattico e mentale adeguato alle battaglie necessarie nel campionato cadetto, specialmente nella bolgia che si preannuncia all’Arechi.

Sommando tutti gli aspetti succitati è lecito attendersi una partita equilibrata, che potrebbe anche sbloccarsi sugli sviluppi di calci piazzati o tramite azione individuale. Il modo per ottenere un risultato positivo interessa relativamente alla tifoseria granata, stesso discorso per i tantissimi supporter giallorossi annunciati a Salerno, con cui non intercorrono rapporti di rivalità bensì di rigoroso rispetto.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com