A Pescara va in scena l’atto finale del campionato

Tutto in un’unica partita. All in per la Salernitana a Pescara, che allo stadio Adriatico si gioca il proprio futuro sportivo, proprio nell’anno del centenario di storia granata.

A Pescara va in scena l’atto finale del campionato

Dopo la clamorosa deriva sportiva, causata dal crollo verticale della squadra allenata da Gregucci, la Salernitana volta pagina e prova a salvarsi da clamorosi quanto struggenti scenari. Sarà partita vera in terra abruzzese, sarà una gara senza appello poiché l’ultima prevista a calendario. Inutile ormai piangere sul latte versato, bisogna solo pedalare e possibilmente fare un gol più dell’avversario.

Di contro la Salernitana troverà un Pescara motivato per poter raggiungere la posizione migliore possibile in griglia playoff, pertanto i biancazzurri non faranno sconti agli ospiti. Menichini si giocherà la B in una sola gara, salvo eventuale coda play out. varierà con ogni probabilità il canovaccio tattico finora perseguito dai suoi precedessori, basato essenzialmente sulla difesa a tre elementi. Il neo allenatore granata appare intenzionato a schierare una Salernitana con il 4-2-3-1. Difesa a zona, anche sulle palle da fermo, due mediani di rottura ed attacco imprevedibile a supporto di un ariete di sfondamento. Il navigato Pillon risponderà con lo schieramento 4-3-3 di zemaniana memoria.

Solo la vittoria

La Salernitana ha bisogno di una vittoria per centrare l’obiettivo della permanenza in cadetteria, un pari o una sconfitta la condannerebbero ad attendere i risultati delle compagini antagoniste in classifica.
Per i granata l’impresa da compiere è ardua ma non impossibile. L’Adriatico di Pescara resta, tuttavia, uno stadio tabù per il Cavalluccio: nel 1991 su quel campo (neutro) fu sancita la retrocessione dell’undici guidato da Ansaloni in occasione dello spareggio con il Cosenza. Nel 1996 un pareggio (1-1) costò a Pisano e compagni la rincorsa verso la massima serie. I tabù esistono però anche per essere sfatati, speranza a cui si affidano i 750 tifosi granata che saranno sugli spalti a sostegno della Salernitana.

SalernoSport24