Si riparte…da Palermo

In Sicilia inizia il girone di ritorno della Salernitana

Si riparte…da Palermo. Ricomincia il campionato di serie B e sarà proprio la Salernitana, nell’anticipo del Renzo Barbera stasera, ad inaugurare l’inizio del girone di ritorno.
Match dall’alto coefficiente di difficoltà per Salernitana, che giunge in Sicilia con l’aspettativa di strappare un risultato positivo nonostante le tante assenze.
I rosanero sono primi in classifica e attualmente vantano ben 13 lunghezze in più dei granata. La Salernitana arriva in emergenza per le assenze di Schiavi, Di Gennaro, Odjer e Castiglia. Gregucci appare intenzionato a confermare il canovaccio tattico adoperato contro il Pescara e provato continuamente durante gli allenamenti svolti nella sosta. Sarà quindi con tutta probabilità ancora 3-4-2-1 in terra siciliana ma certamente alcuni interpreti varieranno. La società in 18 giorni di mercato ha “regalato” al tecnico un solo rinforzo, l’amato ex Minala, che tuttavia non ha collezionato minutaggio alla Lazio nella prima parte di campionato. Il trainer resta in fiduciosa attesa di innesti secondo quando segnalato al DS Fabiani. Si tratterebbe complessivamente di 4 elementi per potenziare la rosa e apportare anche eventuali variazioni tattiche.
Il trainer tarantino ha comunque ben spronato la squadra, infondendo la massima fiducia ai suoi uomini. Per Gregucci i granata, nonostante il divario tecnico e di punti, posso ambire al gran colpo, che significherebbe la prima vittoria esterna nel torneo. Non mancherà qualche nuova “invenzione” nello schieramento, nell’ottica di dover fare di necessità virtù.. I due Anderson infatti dovrebbero giocare a supporto di Jallow, per tentare di sfruttare al meglio gli spazi in contropiede, con palla a terra.
Attesa una rappresentanza della tifoseria ospite ma in numero ridotto rispetto agli standard, anche per via della programmazione del match in giorno feriale. Entusiasmo, tuttavia, non di certo alle stelle per la torcida granata a causa delle delusioni patite dopo le ultime prestazioni della squadra e relative polemiche successive. Anche il mercato a rilento non conferisce slancio ad una trasferta abbastanza complicata. Padroni di casa invece più motivati ad assiepare gli spalti del focoso stadio Barbera, in virtù del primato in classifica e dell’ingresso della nuova società post Zamparini.
Forte la rivalità esistente tra le due tifoserie dagli albori degli anni novanta, prima già della promozione congiunta nel 1989-90 e dopo la retrocessione dei granata in serie C.
La Salernitana, prendendo magari ad esempio la vittoria epica firmata diversi anni fa da Bogdani, dovrà riscattare la sconfitta in Sicilia all’ultima giornata dello scorso torneo e ritrovare la continuità di risultati smarrita sul finire del 2018.

SalernoSport24
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com