Superato il turno di riposo, i granata ricominciano con una settimana-tipo

La Salernitana si mantiene al quarto posto e si prepara per Cittadella

Si è conclusa ieri la 13esima giornata del campionato cadetto, durante la quale la Salernitana ha osservato il proprio turno di riposo.
I granata restano ancorato ai quartieri alti, in virtù dei tanti pareggi e della sola vittoria interna del Lecce, che balza al terzo posto. La Salernitana è immediatamente dietro, in compagnia di Benevento e Cittadella, prossimo avversario di Schiavi e compagni. I salentini, così come il Pescara, vantano tuttavia un match giocato in più rispetto alle inseguitrici. Le distanze in graduatoria, quindi, rispettivamente di 2 e 3 lunghezze, sarebbero ampiamente colmabili.
I 20 punti conquistati finora hanno certamente aiutato Colantuono ed il gruppo a lavorare con più serenità per migliorare gli aspetti meno funzionanti della manovra e del gioco. Il gruppo sta continuando il recupero delle energie fisiche e mentali e di tutti quei giocatori fermi ai box per infortunio o condizione atletica non ottimale. Il bilancio in graduatoria è positivo, bisogna andare avanti sulla scia della concretezza e della capacità di imporre il proprio sviluppo di gioco in campo, a prescindere dagli interpreti. In ogni caso numeri alla lunga non mentono mai. La Salernitana può godere al momento della terza miglior difesa per reti incassate (11 reti) ma anche del peggior attacco per gol realizzati tra le prime dieci in classifica (a pari merito con Spezia e Cittadella).
La squadra deve procedere comunque col puntare sulle proprie forze e migliorare gli aspetti più fragili. Il recupero di vari elementi della rosa dai rispettivi infortuni e la lunga sosta di tre settimane per Nazionali e riposo sta consentendo alla Salernitana di provare soluzioni tattiche diverse dall’attuale modulo tattico. Colantuono sembra orientato a trovare delle alternative affidabili al consueto e collaudato 3-5-2, che sta comunque dando i suoi frutti.
In tal senso il trainer di Anzio sta provando il 3-4-1-2 e il 3-4-2-1, schieramenti in cui potrebbe facilmente inserire sia Di Gennaro sia Rosina, calciatori che potrebbero conferire estro ed imprevedibilità ad un gioco ancora inespresso in fase offensiva. Il rientro di elementi come Akpa Akpro ed Odjer consentono a Colantuono di poter disporre di soluzioni versatili ed affidabili in mediana per potere supportare difesa ed attacco nelle due fasi.
Il tempo ed il campo sapranno sentenziare in merito al miglior assetto che i granata potranno avere nelle prossime e fondamentali giornate di fine girone d’andata.
Questa settimana inizia con un ritmo standard di lavoro, per preparare il delicato match di Cittadella. Per compiere un passo decisivo in avanti, in attesa di puntellare a gennaio i ruoli più carenti in organico, sarà fondamentale provare ad interrompere il digiuno di vittorie esterne. Per sbancare il “Tombolato” sarà necessario ritrovare la consapevolezza nei propri mezzi e scendere in campo con la dovuta convinzione e preparazione, cercando di approcciare alla gara in maniera totalmente opposta a quanto messo in opera sciaguratamente a Venezia.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *