Rialzarsi con lo Spezia in vista della lunga sosta

Salernitana pronta a ripremere l’acceleratore dopo il K.O. di Venezia

Partita importante quella in programma questo pomeriggio per la Salernitana. Allo stadio Arechi sarà di scena lo Spezia allenato da Pasquale Marino, reduce da un cospicuo riposo, in virtù del match rinviato nell’ultimo turno. Granata reduci invece dalla delusione patita a Venezia. Il risultato non è arrivato in Laguna e nemmeno la prestazione del gruppo, malgrado il grande entusiasmo ed il seguito di supporter al fianco della squadra.
Discutibili forse alcune scelte del tecnico così come il reiterato rendimento al di sotto delle attese di alcuni interpreti.
Tuttavia, come giusto che sia, una vittoria non trasforma nessuno in fenomeno come la sconfitta non certifica che calciatori e tecnici siano dei brocchi. In Laguna la compagine granata ha subito una sconfitta beffarda in un match deludente per gioco e spettacolo. Schiavi e compagni sono stati “condannati” da un errore di Micai, finora rivelatosi l’uomo in più del gruppo di Colantuono. Il tecnico ha avuto, tuttavia, le sue indiscutibili responsabilità sul KO così come ha avuto meriti nei risultati positivi precedenti. Squadra a tratti senza idee, senza lucidità, vulnerabile ed incapace di reagire concretamente. E sarebbe ingiusto gettare la croce su un singolo, come avvenuto su più tribune per Djuric. In fin dei conti anche per Jallow finora ha realizzato una sola rete, a testimonianza di una fase offensiva nel complesso carente.
Le critiche che devono essere lette con accezione positiva, finalizzate alla motivazione del gruppo ed a migliorare gli aspetti meno ottimali del gioco granata.
Le sconfitte vanno analizzate nel profondo per poterle trasformare in lezioni ed esperienze positive. Con lo Spezia sarà necessario cambiare marcia e mentalità per poter riscattare la sconfitta e arrivare alla sosta nel modo migliore: Salernitana a caccia di punti per classifica e morale.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *