Cremonese-Salernitana: buon punto allo Zini con finale thriller

Analisi della partita dello Zini

C’è pioggia sul cielo di Cremona. Ed è, infatti, la pioggia ad accogliere i tifosi della Salernitana allo Zini, oltre che i gemellati bresciani uniti a loro nel tifo sui gradoni dello stadio lombardo. Di fronte la Cremonese di Perrulli, di Paulinho e, soprattutto, Andrea Mandorlini. Colantuono decide di affidarsi agli stessi 11 che hanno battuto il Verona, lasciando in panchina il solo Djuric.

CREMONESE (4-3-3): Radunovic; Mogos, Claiton, Terranova, Renzetti (79’ Migliore); Arini, Greco, Croce; Castrovilli (90’ Kresic), Perrulli (72’ Carretta), Paulinho. A disp.: Ravaglia, Volpe, Kresic, Brighenti, Marconi, Migliore, Castagnetti, Strefezza, De Fabro, Emmers, Carretta, Boultam. Allenatore: Mandorlini

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Odjer (50’ Akpa Akpro), Di Tacchio, Castiglia, Vitale; Vuletich (Djuric 68’), Jallow (88’ Bocalon). A disp.: Vannucchi, Pucino, Anderson, Djuric, Bellomo, Akpa Akpro, Palumbo, Bocalon, Migliorini, Orlando, Perticone, Mazzarani. Allenatore: Colantuono

Arbitro: Guccini (sez. di Albano Laziale). Assistenti: Rossi e Schirru). IV uomo: Miele

Marcatori:
Ammoniti: 18’ Odjer, 53’ Di Tacchio, 94’ Gigliotti

Corner: 8-2 

PRIMO TEMPO – Cercano subito la via del gol le due squadre. Prima la Cremonese da un calcio d’angolo, poi è Jallow a provare una spettacolare rovesciata, e non sono passati ancora cinque minuti di gioco. Al 10’ ci prova Mogos con un gran destro dalla distanza che non sorprende l’attento Micai. Migliore partenza per grigiorossi di Mandorlini. Al 18’ Odjer commette un fallo ingenuo a centrocampo beccandosi il giallo strattonando Castrovilli; dagli sviluppi del calcio di punizione Paulinho, di testa, quasi sorprende Micai. Al 28’ granata momentaneamente in dieci per l’uscita di Vitale, pallonata in faccia per l’ex Napoli. Subito dopo tiro alto di Greco. Prova a salire la Salernitana, Casasola dentro per Odjer che prova il tiro di prima, palla deviata in angolo con un braccio. Primo tempo con i granata costretti a tenere botta, provando le ripartenze. Al 38’ fallo dubbio fischiato a Schiavi al limite, sulla palla va Paulinho, il giro alto di poco. E’ ancora Cremonese: contropiede di Perrulli, Schiavi tiene bene la posizione, palla a Castrovilli che cerca un virtuosismo che non lo favorisce. Termina il primo tempo con la Cremonese riversa in avanti senza, tuttavia, trovare il guizzo vincente. Dall’altra parte Vuletich e Jallow non pungono.

SECONDO TEMPO – Inizia il secondo tempo ed è subito la Salernitana a provare la via del gol ma è della Cremonese la prima palla gol del ripresa, con lo stacco areo di Paulinho sul cross di Mogos ma è grandissima la risposta di Micai. Al 59’ accende la luce Castiglia fino a quel momento fuori dal gioco, scambio stretto con Jallow e tiro dalla distanza che trova la deviazione in corner di Radunovic. Un minuto dopo amnesia di Guccini: fallo di mano, volontario, di Perrulli: l’arbitro fischia il fallo ma non estrae il giallo per l’ex granata, come prevede il regolamento. Al 68’ termina la partita di Vuletich, Colantuono manda in campo al suo posto Djuric. Fase di gioco in cui la Cremonese preme nella propria metà campo la Salernitana coi granata che tengono botta affidandosi al contropiede; entrati negli ultimi dieci minuti i calciatori di Colantuono riescono ad alzare il baricentro tenendo palla. A tre minuti dal termine finisce anche la partita di Bocalon, il quale prende il posto di Jallow, in attacco ora due ex Cremonese. Colantuono cerca il gol dell’ex? Si esauriscono tutti i cambi con l’ingresso in campo Kresic e Guccini comanda quattro minuti di recupero. Nei minuti di recupero rigore apparso solare per la Salernitana per l’atterramento di Bocalon ma Guccini non è dello stesso avviso e lascia continuare. All’ultimo secondo palla gol per carretta che alza la mira da due metri davanti a Micai. Subito dopo il triplice fischio rosso diretto a Schiavi che si lamenta eccessivamente con Guccini per il mancato calcio di rigore e per un fallo in attacco della Cremonese non fischiato sull’ultima azione, e che avrebbe potuto costare caro.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *