Caos serie B, fiato sospeso in attesa del CONI: ripescaggi o format a 19 squadre?

Caos serie B, fiato sospeso in attesa del CONI: ripescaggi o format a 19 squadre?

Tutti col fiato sospeso in attesa della decisione del Collegio di Garanzia del Coni. Dopo il lungo dibattimento il presidente della Commissione, Franco Frattini, ha annunciato che la sentenza arriverà entro martedì. La situazione, come noto, è molto caotica e delicata, per non dire grottesca. Tre poltrone per sette, o nessuna poltrona a disposizione e tutti in piedi tra i campi di C e D.
Quella di martedì 11 settembre, già molto nota per le cronache internazionali, potrebbe essere una data epocale anche per la Serie B: per la prima volta il format della seconda lega del calcio italiano rischia di cambiare a stagione in corso. A due giornate dall’inizio del campionato, celebrato venerdì 24 agosto, il Collegio di Garanzia del Coni dovrà infatti decidere se la serie cadetta proseguirà con l’inedita formula a 19 squadre o se dovrà tornare a 22, come prospettato per buona parte dell’estate 2018. Almeno fino al colpo di coda attuato da Balata e Fabbricini, che il 13 agosto avevano varato il calendario in formato ridotto, scegliendo di non rimpiazzare Cesena e Bari, respinte per ragioni economiche, e l’Avellino, reo di di essersi avvalso di una fideiussione non idonea.
Sul tavolo delle istanze portate all’attenzione del Collegio da parte di Catania, Novara, Ternana, Siena e Pro Vercelli c’è proprio la presunta illegittimità della delibera del commissario straordinario della Figc Roberto Fabbricini. L’attuale numero uno federale a mezz’ora dalla definizione dei calendari aveva portato il format da 22 a 19 squadre, sostenendo così le richieste del numero 1 della Lega B Mauro Balata. La delibera aveva infatti comportato una modifica delle Norme organizzative interne della Figc: proprio su questo punto battono le richieste delle società che si oppongono al blocco dei ripescaggi. La decisione non sarà però circoscritta al solo format del campionato perché la battaglia legale nella battaglia legale riguarda i nomi dei club che in caso di Serie B a 22 squadre avrebbero diritto al ripescaggio. Secondo la graduatoria originaria, i primi tre posti sarebbero stati di Siena, Ternana e Pro Vercelli, ma dopo un ricorso presentato dal Novara e accolto dal Tribunale Nazionale Federale il club piemontese e il Catania sono saliti in cima alla lista, tagliando fuori Ternana e Pro. Alla finestra ci sono anche Avellino e Virtus Entella, società in attesa di sentenza per i rispettivi ricorsi. Un autentico rebus da risolvere.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *