Nazionale: le prime parole del vice-CT, un ex granata sulla panchina con Mancio

Angelo Gregucci sarà il secondo di Mancini

Angelo Adamo Gregucci e Roberto Mancini, un binomio che va avanti ormai da tanto tempo. L’ex allenatore dei granata, a Salerno già due volte (campionato di Serie B 2004-2005; campionato di Lega Pro nel 2014), lavora con il Mancio nazionale da diversi anni, dai tempi della Fiorentina quando, con i viola, coprì gli incarichi di collaboratore tecnico prima e vice poi. Le loro strade si sono allontanate solo nelle occasioni in cui Gregucci ha avuto incarico dal I° allenatore, salvo poi ritornare ancora insieme. La già citata Fiorentina, poi il Manchester City, l’Inter, lo Zenit e, infine, la panchina più cocente d’Italia, quella dell’Italia. Nel giorno in cui Andrea Pirlo in odor di vice-CT sceglie, invece di continuare il suo percorso come opinionista, sale alla ribalta il nome di Angelo Gregucci, vice commissario tecnico della Nazionale. Prima di lui sulla panchina più difficile hanno seduto altri due ex Salernitana. Il primo fu Gipo Viani, il quale, fa parte della storia del calcio italiano. Fu allenatore dell’Italia una decina d’anni dopo esser stato a Salerno, era il 1958. Il secondo, in epoche ben più recenti è stato, invece, Franco Varrella come secondo di Arrigo Sacchi nel biennio 1995-96. Oggi, che non è un giorno come gli altri per Gregucci, abbiamo deciso di contattarlo e lui, preso dai tanti impegni del periodo, ci ha risposto. Nelle sue poche parole l’emozione di un incarico così importante.

Ciao Angelo, è il giusto coronamento di una carriera fatta di sacrifici e gavetta. Come stai vivendo questo momento?

“Ti ringrazio. Lavorare in nazionale è bellissimo e fare l’assistente è sicuramente un onore. Oggi poi è un giorno speciale”. 

Cosa cambia per te da assistente e secondo?

“Non molto in realtà, con Roberto lavoriamo insieme già da molti anni”.

Un saluto al popolo Granata, il quale stamattina senz’altro si rallegrerà della notizia.

“Ricordo sempre Salerno con passione, sono molto legato all’ambiente granata e alle sue persone”.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *