Ex granata, Dino Fava non lascia ma raddoppia: ufficiale l’approdo al Giugliano

VUOI QUESTO SPAZIO? CONTATTACI!!

L’FC Giugliano 1928 piazza i primi quattro colpi della nuova stagione e sono veri e propri botti di mercato. La famiglia Sestile ha immediatamente messo le cose in chiaro, urlando in faccia al proprio girone la voglia di fare bene, con quattro ruggiti della tigre che spaventano le avversarie, dalla difesa all’attacco: Rosario Di Girolamo, Rosario De Rosa, Arcangelo Panico e Dino Fava Passaro. Il nome grosso è sicuramente quello di Fava: una carriera costellata di successi, indossando maglie prestigiose come quelle di Napoli, Bologna, Udinese e soprattutto Salernitana negli anni più turbolenti della recente storia granata. Quattro anni in Serie A, un record di 12 gol nell’Udinese trascinando la squadra friulana da capocannoniere ad un piazzamento in Coppa Uefa. Il fiuto del gol, la capacità di rinnovarsi e di gestire emozioni e compagni, fanno sì che anche alla veneranda età di 41 anni sia decisivo quando scende in campo, come si è potuto notare nelle ultime 2 stagioni in cui ha vinto il campionato di Eccellenza con Portici e Savoia, segnando rispettivamente 14 e 19 gol stagionali, in mezzo, una miriade di reti gonfiate in B, in C ed in D, sempre col sorriso sul viso, sempre trascinando uno spogliatoio che vede in lui un leader, un uomo da cui si può imparare perché, come un Virgilio calcistico, ha visto con i suoi occhi l’Inferno dantesco e il Paradiso beatriciano. Un Highander del prato verde che non smette di sognare, perché solo un sognatore può decidere di mettersi in gioco, passando dai palcoscenici europei a quelli di provincia. (Ufficio Stampa Giugliano)

VUOI QUESTO SPAZIO? CONTATTACI!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*