Editoriale: col Palermo la Salernitana scrive i titoli di coda alla stagione

Editoriale: col Palermo la Salernitana scrive i titoli di coda alla stagione

Mancano poche ore al termine del campionato 2018/2019, che si concluderà per la Salernitana allo stadio Arechi, dove sarà ospite il Palermo. Match che conta poco o nulla per le sorti granata, più simile ad un test che anticipa il pre-campionato prossimo. La truppa di Colantuono potrebbe soltanto migliorare l’attuale dodicesima posizione in classifica e con una vittoria (e contestuali battute d’arresto di Spezia e Carpi) portarsi al decimo posto. Il trainer punta a far esordire almeno uno dei tre primavera convocati per l’incontro e Francesco Orlando, ancora a secco di presenze dopo il lungo infortunio estivo al ginocchio.
Sul fronte siciliano, invece, la gara rappresenta un importante nodo per potersi presentare al meglio agli spareggi playoff. Dato per scontato che Frosinone e Parma non steccheranno i propri impegni, i rosanero devono vincere per blindare almeno il quarto posto in graduatoria. Tuia e compagni, tuttavia, vorranno congedarsi nel miglior modo possibile dai propri tifosi dopo il KO di Foggia ed una stagione piuttosto altalenante. Poche le soddisfazioni in questa stagione per la torcida granata, che comunque non dimenticherà il doppio derby vinto con l’Avellino, soprattutto quello storico al Partenio. Proprio i Lupi dovranno sbancare Terni per assicurarsi la permanenza in serie B. Campionato ancora molto aperto in testa e in coda, è gran bagarre per accaparrarsi la migliore posizione in griglia playoff e per evitare i play-out: un punticino farà la differenza.
Contro il Palermo di Stellone, entrambi non particolarmente simpatici alla piazza salernitana, Colantuono potrebbe tornare alla difesa a quattro, sebbene modulo e partita contino relativamente. Le motivazioni avranno una valenza comunque marginale rispetto al progetto futuro che si intenderà perseguire nella prossima stagione agonistica. Certamente dovrà essere chiara è definita anche la base tattica da cui ripartire come punto di partenza per il prossimo campionato. Questo aspetto sarà un fattore importante in sede di mercato, di cui società e DS dovranno tener conto, in collaborazione con il tecnico. La Salernitana ha il vantaggio di poter programmare con sufficiente anticipo i movimenti necessari per migliorare l’organico, in virtù anche di un periodo più breve della finestra di mercato rispetto agli scorsi anni. Fabiani è già all’opera per ingaggiare quegli elementi che potrebbero essere più utili e funzionali alla causa granata ma Lotito e Mezzaroma dovranno chiarire senza ombre e tentennamenti cosa intendono fare da grandi. Il centenario e la casacca granata meritano rispetto e passione e la tifoseria resta in trepidante attesa.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *