La Voce del Tifoso: campionato al capolinea col Palermo, quale futuro attendersi?

VUOI QUESTO SPAZIO? CONTATTACI!!

La Voce del Tifoso: campionato al capolinea col Palermo, quale futuro attendersi?

Ultima tappa stagionale venerdì sera per la Salernitana col Palermo prima del rompete le righe. Grande attesa per la programmazione della società, in vista dell’anno del Centenario granata.

Ecco i quesiti posti questa settimana ai tifosi granata per comprendere le aspettative per il futuro della Salernitana :

1) Stagione conclusasi con la salvezza conquistata a due giornate dal termine. Confermereste DS e staff tecnico per il nuovo anno?

2) Ad oggi mister Colantuono prevedi possa restare alla guida della compagine granata?

3) In quali ruoli dovrebbe intervenire la Salernitana in fase di mercato per poter puntare ai playoff il prossimo anno?
Il primo tifoso ad intervenire è lo storico tifoso Angelo De Simone, che commenta così:

1) Confermerei Colantuono ma non Fabiani, il caso Donnarumma docet, è ora di cambiare.

2) Credo che Colantuono sarà riconfermato ma non sarà una garanzia per la promozione.

3) Prenderei un difensore bravo ad impostare anche il gioco e una punta centrale che possa aiutare nella manovra come Coda.
La seconda intervista è del supporter Davide Cataldo:

1) Più che il nome del direttore sportivo penso che il punto nodale siano obiettivi e budget per perseguirlo.

2) Se la società non dovesse per assurdo confermare Colantuono significherebbe che le ambizioni reali non sono quelle attese dalla piazza.

3) Resto dell’idea mia iniziale: servono attaccante di razza, di un regista di qualità e di difensore centrale di forza ed esperienza.

L’ultimo intervento è a cura del tifoso granata Vincenzo Crispo, che osserva:

1) Fabiani non rappresenta più una garanzia di successo ma di sopravvivenza. Troppo poco trasparente l’operato del DS per meritare una piena stima e conferma per un avvenire ambizioso, basato su programmazione e giovani promesse.

2) Da Colantuono onestamente mi aspettavo di più in termini di gestione e rendimento ma aveva l’alibi di non aver costruito la squadra secondo il proprio credo calcistico. Bisognerebbe testarlo ancora da inizio stagione. La scelta di proseguire con lui farà capire le intenzioni della società per il futuro. Non sono molto ottimista in tal senso.

3) Sul mercato eliminerei gli elementi inutili per prima cosa e punterei su calciatori più giovani e non ancora arrivati, magari che non trovano attualmente spazio in serie A e cercano visibilità oppure occasioni in scadenza di contratto. Un attaccante di peso, un centrocampista d’ordine ed un difensore esperto consentirebbero di fare il salto di qualità.

Se vuoi partecipare alle interviste scrivi sulla nostra pagina Facebook.

VUOI QUESTO SPAZIO? CONTATTACI!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*