Editoriale: Salernitana, è profondo rosso

VUOI QUESTO SPAZIO? CONTATTACI!!

Salernitana a “Picco” in quel di La Spezia. Una sconfitta senza appello per la compagine di Colantuono, protagonista di una partita assolutamente incolore.
Emergono i limiti della squadra, evidenziati maggiormente dalle compagini che si sono rinforzate a gennaio mentre la Salernitana non ha certamente migliorato l’organico.
La squadra è apparsa abulica e sfiduciata, incapace di pungere e con scarse idee in fase di manovra per impensierire gli avversari. Di conseguenza i granata stanno precipitando in classifica, viaggiando ad una media di 0,88 punti a partita, ovvero ad una media retrocessione. Nelle prime sei gare del girone di ritorno la Salernitana ha conquistato due punti in meno rispetto al girone d’andata. Sono soltanto due, invece, le vittorie agguantate in ben tredici match, mentre sono sedici i gol subiti nelle nove partite della gestione Colantuono, a fronte di soltanto sette realizzati. Granata all’asciutto di segnature da due partite consecutive.
La verità risiede spesso nei numeri, che non vanno trascurati come elemento indicativo di una crisi ed un’involuzione inconfutabile. Così come è vero che c’era almeno un rigore per i granata, ma gli arbitri, assieme alla sfortuna, al poco cinismo e al nuovo allenatore stanno diventando un alibi per la società, nella persona di Fabiani nella fattispecie situazione. Il DS non sa più a quali tesi difensive aggrapparsi rispetto ad un operato inadeguato in sede di mercato, sia estivo sia invernale. La Salernitana, che doveva lottare per un posto in griglia playoff, sta sprofondando verso la zona retrocessione mentre si cercano e si creano delle inconsistenti giustificazioni.
La realtà è che il cambio tecnico, alla luce dei risultati attuali, si è rivelato non proficuo e la società non riesce a compattare un ambiente deluso e avvilito, anzi riesce spesso a diventare elemento disgregante. L’immagine più triste di tutte è stata quella degli oltre duecento temerari granata, che hanno abbandonato i gradoni dello stadio “Picco” ancor prima del triplice fischio finale. Che il Sig. Lotito mediti con attenzione…

VUOI QUESTO SPAZIO? CONTATTACI!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*