Centenario? Tar, Corte Federale e Lega B: salvezza appesa a un filo

editoriale

Tar, Corte Federale e Lega B. Queste le partite del mese. Mancano poco più di tre settimane al traguardo ufficiale del centenario di storia granata e la Salernitana non conosce ancora il suo destino sportivo. La regular season, come ben noto, si è conclusa con una spiacevolissima coda per il club di via Allende. Dopo la già ampia delusione di aver abbandonato l’obiettivo stagionale del raggiungimento playoff.

Tar, Corte Federale e Lega B: salvezza appesa a un filo ad un passo dal centenario

Il team affidato a Leonardo Menichini è piombato nei bassifondi della classifica. Ritrovandosi impelagato nell’accesa lotta per la salvezza, conquistando sul campo la quart’ultima posizione, che costringerebbe alla disputa dei play out. Già, costringerebbe. Il condizionale è d’obbligo.

Le sentenze che stanno condizionando il tutto

La sentenza della giustizia sportiva ha condannato il Palermo alla retrocessione d’ufficio e l’annullamento dei play out da parte della Lega B. Ma la partita resta aperta. Poiché il mai domo Foggia (terzultimo in virtù della penalizzazione inflitta per gli illeciti relativi ai pagamenti irregolari) è ricorso al giudizio TAR. Il Tribunale Amministrativo del Lazio ha accolto il ricorso del club dauno, sospendendo la delibera di Balata e soci.

La salvezza della Salernitana, senza passare per il brivido degli spareggi, si giocherà nelle aule dei tribunali. Per cui al momento a regnare è l’incertezza totale. Nel dubbio, il club di Lotito e Mezzaroma continua ad allenarsi in vista di un probabile scontro per la permanenza in cadetteria. Anche senza conoscere l’avversario.

I possibili playout

Sarà il Venezia in caso di sola penalizzazione del Palermo e ripristino dei play out oppure il Foggia: in caso di retrocessione dei siciliani e scorrimento della classifica in coda. La truppa granata, dopo aver perso qualche altro pezzo (Djuric e Schiavi sono fermi ai box), ha quantomeno recuperato il figliol prodigo Di Gennaro, che, con la giusta mentalità, potrebbe rappresentare l’arma in più in caso di disputa degli ultimi 180 minuti con in palio la salvezza. Da lunedì riprenderanno gli allenamenti al Mary Rosy fino alla data fatidica del giorno 11 giugno, che seguirà a quella fondamentale del 29 maggio, in cui la Corte Federale d’Appello discuterà il ricorso del Palermo. Il programma, in verità, allo stato attuale violerebbe anche le norme sui diritti sindacali dei calciatori e sarà probabilmente oggetto di ulteriore impugnazione da parte del club salernitano.

Un “centenario” invisibile…

Intanto la città del Golfo, frastornata dalle decisioni ed i ribaltamenti provenienti dalle aule di giustizia sportiva ed ordinaria, cerca di organizzare al meglio possibile i festeggiamenti per i 100 anni di gloriosa esistenza del club con il Cavalluccio sul petto. Superata con immutato dolore e consueta commozione la funesta data del 24 maggio, in cui delle giovani vite pagarono a caro prezzo la passione per la maglia granata, Salerno prova a colorarsi ed attivarsi, nonostante gli stati d’animo non siano dei migliori. La gioia per un importantissimo anniversario deve necessariamente superare l’amarezza per quanto accaduto e quanto potrà accadere.

La Salernitana vive e continuerà a vivere al di là di ogni risultato, per cui bisogna festeggiare per tramandare ai posteri la giusta passione e mentalità di attaccamento ai colori, a prescindere dagli eventi a contorno, di cui la tifoseria, è bene rimarcarlo, non detiene alcuna responsabilità.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com