Campionato CSI Salerno Open: l’Atletico Porticciolo 2014 vince i playoff e vola ai Regionali

Al quinto tentativo la formazione cara ai presidenti Orlando e Amato centra la vittoria dei playoff ed il passaggio ai Regionali

Ieri sera al Terzo Tempo Village di San Mango Piemonte si è tenuta la finale del Campionato CSI Salerno Open, tra l’Atletico Porticciolo 2014 e Quelli del Lillè. A vincere non è stato solo l’Atletico Porticciolo 2014, che ha battuto i rivali solo ai calci di rigore, ma anche la passione degli amatori salernitani e di tutto lo CSI Salerno. Infatti, alla presenza di oltre 100 spettatori, le due squadre hanno regalato una partita maschia ma corretta con ottimi momenti di calcio, terminata all’ultimo turno dei calci di rigore con la vittoria dell’Atletico Porticciolo 2014 che per la prima volta nella sua giovane storia vince la post season e si qualifica alle fasi regionali. Tempi regolamentari finiti con un pareggio per 1-1, con l’Atletico Porticciolo 2014, sicuramente superiore dal punto di vista atletico e fisico, che subito passa in vantaggio con un bellissimo schema su calcio d’angolo finalizzato dal bomber della squadra Antonio Roberto. Quelli del Lillè però non si arrendono e con tutta l’esperienza e la compatteza che li contraddistingue recuperano subito la partita con un rigore messo a segno dall’esperto ex professionista Sandro Sciarappa. Il primo tempo finisce con poche occasioni da una parte e dall’altra ed una partita giocata specialmente a centrocampo, dove domina su tutti il giovane ivoriano classe 2001 Mohamed Toure, che semina il panico tra gli avversari, che più volte hanno dovuto spendere dei falli per fermare il funambolico ma duro centrocampista dell’Atletico Porticciolo 2014. Secondo tempo equilibrato, ma sale sugli scudi il portiere di Quelli del Lillè, Daniel Nicastro, autore di due bellissime parate che tengono a galla i suoi fino al fischio del secondo tempo regolare. I due supplementari sono poca cosa e la partita scivola velocemente ai rigori, dove la freschezza fisica e la voglia di vincere dell’Atletico Porticciolo ha la meglio, con il portiere Cesare Riccardo, mai impegnato durante la partita, che sale sugli scudi parando due rigori, di cui l’ultimo quello decisivo, su un cucchiaio mal riuscito proprio a Sandro Sciaraffa che costringe i suoi a sperare nell’errore dell’ultimo rigorista dell’Atletico Porticciolo 2014, Ensa Ndure, che però freddamente segna e regala ai suoi la vittoria dei playoff ed il passaggio ai Regionali. Grande festa per i ragazzi allenati dal giovane ma preparatissimo mister Gianmarco Crisconio, che insieme agli oltre 70 tifosi presenti hanno passato sicuramente una serata memorabile.

Ecco le parole dei vincitori. Partiamo dall’istrionico presidente dell’Atletico Porticciolo 2014, l’Avv. Lucio Orlando: “Ancora non ci credo. 5 anni di sacrifici, di momenti difficili, oltre 150 calciatori passati da noi, tanti ragazzi africani aiutati ad integrarsi, si cristallizzano in questa vittoria che dedico a mio padre Pasquale, a mia madre Carmela e alla mia famiglia, fatta di tutti calciatori di ogni livello e che ha saputo trasmettermi quest’amore viscerale per il calcio che contraddistingue totalmente la mia vita, talvolta anche professionale. Dico grazie al mio co-presidente Rosario Amato, ormai un fratello, al mister Crisconio che mi ha portato dove non pensavo di arrivare così velocemente e a quelli che per me sono una famiglia, i miei ragazzi. La cosa più bella di ieri è stato vedere quanti ex tesserati sono venuti a seguirci, su tutti Mario Pagano che con noi fondò questa squadra, proprio a dimostrare che a prescindere dai risultati, stiamo lavorando umanamente molto bene. E poi una soddisfazione, che è la ciliegina sulla torta del nostro progetto di integrazione sociale dei minori stranieri non accompagnati: ieri il migliore in campo è stato un giovane diciottene ivoriano, Momo Toure, ed il rigore decisivo l’ha realizzato il gambiano Ensa Toure. Ora ci sono i regionali. L’appetito vien mangiando si dice… io di appetito ne ho sempre tantissimo e quindi proveremo anche li a dare il massimo e a portare in alto il CSI Salerno che ogni anno dà una finalista alla fase nazionale, magari quest’anno sarà l’Atletico Porticciolo”.

Ecco le impressioni del co-presidente Rosario Amato, pompiere di ruolo, che ieri a fine partita si è sciolto in un pianto inarrestabile: “Sono davvero felice, il mister e i ragazzi meritavano il titolo per l’impegno profuso in questi mesi. Ho provato emozioni simili solo quando ho visto per la prima volta i miei figli o quando ho giurato da pompiere fedeltà al tricolore. E’ stata la vittoria del Gruppo, che nelle settimane e nei mesi è cresciuto tantissimo sia calcisticamente ma sopratutto umanamente”. Mister Crisconio prova a spiegare le sue sensazioni: “Sarà solo un torneo provinciale dal valore effimero (anche se posso assicurarvi che ci sono certi giocatori che anche le “categorie” se li sognano). Peró questa squadra è stata la mia vita per cinque anni. Prima da giocatore e poi da allenatore. Due anni fa due persone eccezionali, Lucio Orlando e Rosario Amato, decisero di affidare la guida tecnica ad un ragazzo di 25 anni. Sinceramente io non capivo cosa ci trovassero in me, per quale motivo in mezzo a tantissimi altri ragazzi validi (e soprattutto più grandi ed esperti di me) loro avessero scelto me per guidare l’Atletico Porticciolo. Non pensavo di poterlo mai dire: SIAMO CAMPIONI PROVINCIALI! Ringrazieró per sempre quei due pazzi che mi affidarono la panchina e anche se io ero molto, ma molto indeciso e insicuro sulle mie abilità, ora posso asserire che FORSE AVEVATE RAGIONE VOI.

 

Ringrazio tutti i miei ragazzi dal primo all’ultimo, mi avete reso non solo un “allenatore” migliore ma un uomo migliore. Perchè il Porticciolo è una FAMIGLIA, prima di essere una squadra di calcio amatoriale. Perchè si è calcio amatoriale ma per noi è tutto! Ringrazio tutti i presenti questa sera alla partita, praticamente più di 100 persone che facevano il tifo per noi. Questo significa che, nel nostro piccolo, siamo ragazzi che si fanno voler bene e che si fanno rispettare da tutti. Se solo ripenso a tutti i sacrifici che abbiamo fatto per questo sogno ancora non ci credo. Ringrazio i tantissimi presenti che hanno giocato nel Porticciolo in passato. Eravate lì a soffrire con noi, perchè quando una squadra ti entra dentro poi diventa come un marchio: è indelebile. Ringrazio tutti, ma proprio tutti, i giocatori che ho avuto in questi due anni. Quanti ne sono passati, se ci ripenso, ma ognuno di voi mi ha insegnato tantissimo. Ora siamo ai regionali, sapete che vi dico: “tanto noi non abbiamo nulla da perdere”.

Chiudiamo con le parole del capitano Marco Ronca: “E’ stato un campionato difficile, abbiamo vissuto momenti belli e meno belli, ma la forza del gruppo ci ha sempre tenuti uniti contro ogni difficoltà. La semifinale è stata l’emblema del nostro campionato, quando nella difficoltà del risultato avverso, 4-1 a fine primo tempo, ci siamo uniti ed abbiamo ribaltato il risultato. Da li abbiamo intuito che potevamo raggiungere l’obiettivo di vincere la finale. Siamo tutti coscienti che ieri abbiamo fatto la storia, battendo con grinta e amore la favorita storica del torneo. E’ stata una partita maschia ma corretta con un arbitraggio ottimo, dove è prevalsa la nostra voglia di vincere. Un grazie speciale va al nostro mister che ci ha trasmesso grinta e sopratutto uno stile di gioco ben preciso e anche ai nostri presidenti che ci hanno sempre sostenuto anche nei momenti più difficili e ci hanno permesso di giocare le partite che contano oggi. Per i regionali speriamo di arrivare il più lontano possibile e perchè no alle finali nazionali. Per noi sarebbe un sogno”.

Di seguito le formazioni di ieri

Atletico Porticciolo 2014 (352): Cesare Riccardo, Salvatore Caputo (K), Gabriele Barletta, Domenico Buonagiunto, Mohamed Toure, Giampiero Rinaldi, Andrea Falcone, Antonio Roberto, Antonio Pannullo, Alessandro Parisi, Marco Petrillo – Alessio Ferrara, Carmine Pepe, Antonio Bruno, Marco Caggiano, Stefano De Gregorio, Mamadi Kantè, Ensa Ndure, Marco Ronca, Danilo Bonaccorsi – (indisponibili Aniello Bruno, Dario Caramico, Giuseppe De Marco, Massimo Damiano, Andre Perrino, Giuseppe Falivena, Luigi Ronga). Allenatore Gianmarco Crisconio – Dirigente Rosario Amato – Presidente Lucio Orlando

Quelli del Lillè (451): Nicastro Daniel, Caravano Luigi, De Santis Fabrizio, Marsico Giuseppe. Solpietro Giampaolo, Salvatore Renato, Barbato Celestino, Santucci Matteo, Mautone Matteo, Marsico Ciro, Sciarappa Sandro – Cairone Mariano, Cecere Roberto, De Santis Michele, Liguori Paolo, Minelli Davide, Minelli Luca, Salzano Gaetano, Di Lorenzo Giovanbattista. Presidente Ferri Andrea, Dirigente Responsabile Aliberti Sergio, Dirigente Accompagnatore De Caro Luciano, Allenatore Lanzara Francesco

Ecco di seguito il video dei rigori e dell’esultanza finale dell’Atletico Porticciolo 2014.

 

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com