Pescara-Salernitana: la partita dei tifosi

partita-tifosi

Non sono bastati i circa 750 tifosi a sostegno della squadra per consentire alla Salernitana di uscire almeno indenne dallo stadio Adriatico di Pescara. Il pareggio avrebbe rappresentato la salvezza per i granata.
Giunti nel capoluogo abruzzese a bordo di cinque autobus, autovan e vetture private, i supporter del Cavalluccio hanno incitato in maniera incessante la squadra per aiutarla a conquistare un risultato positivo. Tutto vanificato al minuto 78 del match, quando i padroni di casa si sono portati in vantaggio sugli sviluppi di azione da corner. Boato del pubblico biancazzurro, piuttosto dimesso nel tifo ai propri beniamini, e profonda amarezza nel settore ospiti. Il tifo dei salernitani è proseguito anche sul punteggio di svantaggio, fino al novantesimo, che è coinciso con il raddoppio pescarese. Al termine della partita i tifosi hanno intimato a Calaiò e compagni di non venire sotto la Curva per il saluto, l’atmosfera era incandescente dopo aver realizzato di essere piombati nel tunnel play out.

Non sono mancati i cori e gli sfottò tra entrambe le fazioni, motivati da una rivalità piuttosto accesa. Esposto uno striscione in avvio di gara a sostegno di un ultras granata, Matteo, che sta lottando una dura battaglia per la vita.
Il settore granata si è tristemente contraddistinto, tuttavia, anche per la netta spaccatura tra i tifosi presenti nell’anello superiore, guidati dalla Nuova Guardia, e quelli dell’anello inferiore, in maggioranza appartenenti al gruppo UMS, che aveva disertato le ultime apparizioni.
Con queste divisioni così profonde, provocate sempre dallo scempio attuato dalle scellerate politiche e programmazioni societarie, non si andrà di certo lontano.
Tutto è filato liscio, infine, sotto il profilo dell’ordine pubblico, che ha visto un imponente dispiegamento di forze di polizia.

 

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com