Stefano Guidoni: “Il momento della Salernitana è particolare ma è importante rimanere focalizzati sulla partita di questa sera”

stefano-guidoni

Stefano Guidoni, nato e cresciuto alla Juventus, poi il girovago per l’Italia, e la Salernitana è tra le piazze in cui è stato più a lungo, la terza in ordine di presente, 50 in tutto condite da 14 reti. stefano-guidoni

Stefano Guidoni in intervista esclusiva

Indimenticabile il gol di Stefano Guidoni in semi-rovesciata con la maglia della Salernitana, sotto il diluvio, in match interno con il Siena. Questa sera i granata incroceranno i tacchetti con il Cosenza, altro club che ha potuto apprezzare le doti dell’ariete. Lui si è concesso a SalernoSport24 in una intervista esclusiva.

Salernitana all’Arechi con il Cosenza domenica. Partita difficile soprattutto dal punto di vista mentale, forse la più difficile di tutta la stagione.

Il momento è complesso ma bisogna rimanere focalizzati sulla partita di questa sera, non tanto su ciò che questa annata ha provocato. È andata così, ci sarà tempo poi per focalizzare i motivi. In questo momento l’attenzione di tutti deve essere solo sul match con il Cosenza. Una partita difficile dal punto di vista mentale ma poteva anche andare peggio. 

Un campionato che nessuno si aspettava a Salerno. Doversi difendere da una retrocessione nell’anno del centenario è mortificante per una piazza come questa. Il tuo pensiero, quello di qualcuno che sicuramente è rimasto legato ai colori granata.

Tutta Salerno dovrà farsi sentire vicino alla squadra per sostenerla.  Troppo importante in questo momento proteggere un tesoro che non ci si può permettere di perdere per non dover rifare tutto daccapo.

Sponda Cosenza: la tua ex squadra merita sicuramente un applauso per il campionato fatto.

Il Cosenza ha disputato un campionato ottimo. È una squadra che ha costruito nell’arco del tempo un’identità diversa per la Serie B e credo abbia fatto ben più rispetto a ciò che tutti si aspettassero. Non solo salvarsi, ma farlo anche con 2/3 giornate d’anticipo, è un ottimo risultato. In più ha proposto anche buoni interpreti. Si sa che gli equilibri sono minimi, e una partita fatta in un modo piuttosto che in un altro può spostare, appunto, gli equilibri. Come è successo a Salerno.

Come finirà domenica?

Sono due squadre che porto sicuramente nel cuore perché entrambe legate al mio percorso da calciatore. Il Cosenza è già salvo, spero che anche la Salernitana possa raggiungere l’obiettivo con una vittoria questa sera.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com