Disastro granata anche a Foggia, baratro play out ad un passo

EDITORIALE

E ci risiamo! La Salernitana cade rovinosamente anche a Foggia, dopo aver disputato una gara senza testa né coda. Gregucci dipinge l’ennesimo capolavoro tecnico-tattico schierando una squadra molle e quasi improntata al turn over in vista dell’impegno di domenica sera col Cosenza.
L’intenzione era quella di disporre una formazione compatta e guardinga ma l’effetto si è rivelato tutt’altro che quello sperato. Granata molli, senza idee e protagonisti, come spesso accaduto in campionato, di un avvio di partita da shock. Dopo appena venti minuti i Satanelli erano già sul doppio vantaggio senza aver creato nulla di particolare e avendo beneficiato di un penalty regalato da uno spaesato Akpa Akpro. Piani saltati, nessuna reazione, se non un tiro centrale del redivivo Mazzarani sul finale di tempo. Nella ripresa la musica non è cambiata: Salernitana troppo brutta per essere vera, malgrado gli ingressi di Calaiò e Rosina. Granata quasi rassegnati, la partita più importante della stagione è stata giocata in maniere sconcertante. E ciò che preoccupa è che domenica il match intento con i rivali del Cosenza sarà fondamentale ai fini della salvezza. Tutte le squadre che lottano per evitare i play out hanno vinto, peraltro partite anche complicate, e la quota salvezza si è alzata inevitabilmente. Alla Salernitana serve una vittoria senza se e senza ma per non far diventare il centenario un anno funesto. I numeri condannano i granata senza appello. Gregucci ha collezionato nel suo cammino 5 vittorie 4 pareggi e 11 sconfitte, viaggiando ad una media (retrocessione) di 0.94 punti a partita. Inoltre sono 11 i gol subiti nelle ultime tre partite, di cui 5 allo stadio Arechi, dove mai nessuna squadra era riuscita nell’impresa.
L’analisi è impietosa ma purtroppo fotografa la realtà dei fatti, dall’altra parte la società è silente, ha lasciato che la situazione precipitasse e si proseguisse su questo canovaccio.
In quattro giorni bisogna ricaricare le forze fisiche e mentali per conquistare l’ultima vittoria. Dopo si penserà ai programmi ed a tutte le forme di contestazione.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com