Brescia-Salernitana: i rapporti tra le tifoserie

rigamonti-brescia

Sono di profonda amicizia i rapporti tra le tifoserie di Brescia e Salernitana. Il gemellaggio tra granata e biancazzurri  è da ricondurre sostanzialmente al 4 Maggio del  1997 (anche se l’amicizia è nata già prima ), alla tredicesima giornata del campionato di Serie B. La Salernitana ospita all’Arechi le Rondinelle, che alla fine della prima frazione di gioco sono sotto per 3-0. Durante l’intervallo nel settore ospiti accade la tragedia: Roberto Bani (ultra del Brescia) batte in maniera violenta con la testa sui gradoni dell’Arechi, venendo trasportato in ospedale. Dopo 6 giorni di ricovero al “Ruggi” Bani morì. I salernitani sconvolti dall’accaduto raccolgono contributi per aiutare la famiglia di tifoso lombardo, stessa cosa ovviamente  fanno i supporter bresciani. I sostenitori granata cercarono di stare vicini alla famiglia di Roberto nei giorni della sofferenza, con ospitalità e solidarietà.

Negli anni si susseguono tanti striscioni: “Roby-Salerno. Uniti nel cuore: grazie”  il messaggio dei bresciani , ” Roberto Bani: un ultras non si dimentica”, il messaggio dei salernitani. Rapporti rafforzatisi nel tempo, dal momento che negli anni la tifoseria granata non ha mai fatto mancare la sua vicinanza alla tifoseria bresciana soprattutto dopo la morte di Andrea Toninelli, tifoso bresciano morto dopo l’incidente di ritorno dalla trasferta di Livorno.

Lunedì pomeriggio sarà rinnovato il gemellaggio tra le due tifoserie .La Curva Nord Brescia ha già comunicato che, in occasione della partita con la Salernitana di lunedì 22 aprile (calcio di inizio ore 18), le due fazioni si ritroveranno presso il bocciodromo vicino allo stadio per offrire ai fratelli di Salerno un pane con la salamina e una birra. Tutta la tifoseria granata è stata invitata.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com