Caos Foggia: attentati a club e tesserati, spettro fallimento

Paura nel capuologo dauno, società in difficoltà

Foggia sotto shock. Dopo la sconfitta di misura nel derby a Lecce è scoppiato il panico nel capoluogo dauno.
Si sono verificati attimi di tensione nei confronti di società e alcuni calciatori. Prima una bomba carta è stata fatta esplodere verso il pastificio Tamma, la cui struttura è di proprietà dei fratelli Sannella, patron del club rossonero. Tre ragazzi incappucciati avrebbero aspettato che si aprissero i cancelli e sarebbero entrati all’interno del cortile. La forte esplosione non ha danneggiato la lussuosa auto del presidente, chiaramente presa di mira. In nottata è stata invece incendiata l’auto di Petro Iemmello: indagini in corso anche su quest’episodio.
Infine, l’ex granata Massimiliano Busellato, espulso allo scadere nel match disputato nel capoluogo salentino ieri, ha denunciato l’esplosione di un petardo nel giardino della sua abitazione.

Nei giorni scorsi la società rossonera aveva convocato in sede tutti i calciatori, che attendono emolumenti arretrati. Sullo sfondo c’è il concreto rischio fallimento se il club non dovesse riuscire ad onorare le spettanze, con conseguente consegna del titolo sportivo nelle mani del sindaco. Il giorno 16 marzo potrebbe essere in tal senso fondamentale per il futuro del club, già implicato nella delicata lotta per la salvezza.

La proprietà del sodalizio pugliese ha diramato il seguente comunicato a titolo di ferma condanna di quanto gravemente accaduto:

“La società Foggia Calcio e la Famiglia Sannella esprimono tutto il proprio sdegno per i vili attentati subiti nella notte di ieri. Comportamenti meschini che nulla hanno a che vedere con il Calcio e con il tifo, ed il cui unico risultato è stato quello di infangare l’immagine di una intera comunità.
Sono sotto gli occhi di tutti gli enormi sforzi economici fatti dalla Famiglia Sannella per sostenere questa Città e la sua squadra.
Sforzi che non possono essere certo ignorati per le difficoltà del momento, al cui superamento la famiglia Sannella è quotidianamente impegnata con la passione e l’impegno di sempre. Da qui l’invito ai tifosi, quelli veri, a stringersi ora più che mai intorno alla squadra e ai suoi colori, certi che, remando dalla stessa parte, riusciremo a non darla vinta a chi ieri ha provato a farci del male”.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com