Davide Moro: “La Salernitana ha tutte le carte per centrare i play”

Foto LaPresse - Gerardo Cafaro

 A poche ore dal turno infrasettimanale che vede la formazione allenata da Gregucci ospitare le Cremonese di Rastelli abbiamo ascoltato un doppio ex che è nel cuore di tutti i supporter granata. Il giocatore al quale ci riferiamo è Davide Moro; uno dei centrocampisti più amati dell’ultima promozione granata. Colui che anche cantando ha dichiarato l’amore per la maglia col cavalluccio. Un amore che però non è riuscito poi ad avere nelle esperienze post Salernitana, Cremona in primis… Senza parlare di ricordi che abbiamo già più volte fatto siamo andati dritti al sodo sul periodo attuale delle formazioni che scenderanno in campo fra poche ore.

Ciao Davide e grazie sempre della disponibilità. Parto col chiederti cosa pensi del mercato di “riparazione” delle tue ex squadre che stasera saranno di scena all’Arechi?

“Ciao e grazie a voi. Nel mercato di gennaio si sono rinforzate ambedue le formazioni. La Salernitana specialmente in attacco e speriamo tutti che sia il rinforzo giusto per portare la squadra ai play-off. Anche se io penso che i singoli giocatori debbano sempre essere supportati dall’intera squadra. La Salernitana comunque per me ha tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo e giocarsi la promozione. La Cremonese è in una posizione media, a qualche punto dai play-out, ma ben più distante da una posizione favorevole per i play-off, anche se mi sembra si sia rinforzata abbastanza”.

Arrivati a questo punto del campionato è ancora possibile giocarsi la possibilità di rientrare nella griglia per i play-off?

“La lotta alla serie A è ancora tutta aperta. Ci sono ancora tante partite e tanti punti da poter conquistare e facendo dei filotti di vittorie, cosa in B possibile, anche formazioni che sono a 7/8 punti di vantaggio possono essere recuperate. Certo c’è chi ha vantaggio in classifica attualmente ma per me è ancora tutto da giocare. Basterebbe trovare continuità nei risultati”.

Vi è stato il cambio tecnico fra Colantuono e Gregucci, eppure oggi le due squadre non sono così diverse. Cosa ne pensi?

“Non posso essere preciso nella risposta perché non posso conoscere le dinamiche del gruppo ma credo che entrambi hanno dato un’impronta importante. Oggi Gregucci sta cercando di fare meglio per portare la squadra ai play-off”.

All’inizio parlavamo del mercato di gennaio e del rinforzo in attacco. Pensi Calaiò possa essere la pedina giusta?

“Calaiò è un ottimo giocatore e per quel poco che ha giocato fino ad ora ha fatto vedere di che pasta è fatto. Un gol importantissimo in una partita iniziata male e poi recuperata e appena sarà al meglio riuscirà a contribuire ancora di più”.

Cosa pensi del fatto che molti tifosi credano che la società non aspiri alla massima serie e quindi preferisca galleggiare in serie B? Gran parte dei tifosi ogni anno chiedono la testa di Lotito e Fabiani.

“La società ha fatto le sue scelte ad inizio campionato e anche con il mercato di gennaio per centrare i play-off ed i benefici nell’arrivarci ci sono per tutti. Poi una volta là bisognerà vedere se forza, bravura ed anche fortuna combaciano per centrare la vittoria. Ma credo che Lotito e Fabiani abbiano le idee chiare sul voler fare un ottimo campionato e provare a salire”.

Tra poche ore all’Arechi ci sarà Salernitana-Cremonese, che partita prevedi?

“Sarà una partita tosta perché entrambe si giocano qualcosa di importante. La Cremonese per un verso e la Salernitana per avvicinarsi sempre più ai play-off. Spesso però la classifica non rispecchia i valori reali di una compagine e la Cremonese, seppur ha cambiato molto, resta una formazione ostica. Mi auguro che sia un’ottima gara per tutti e che il cammino delle due squadre vada per il meglio e che la Salernitana raggiunga gli obiettivi”.

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *