Poker in rimonta per la Salernitana ad Ascoli

Editoriale: Poker in rimonta per la Salernitana ad Ascoli

Continua a portare bene la trasferta di Ascoli alla Salernitana. Granata corsari in rimonta in terra marchigiana, dove trovano la rete gli attaccanti. Esordio dal primo minuto col botto per Calaiò: l’Arciere pesca il jolly in area da perfetto opportunista e regala il pari immediato ai suoi. Premiata la rischiosa scelta di Gregucci di lanciarlo subito nella mischia, poi i cambi diventano un problema quando ne hai due obbligati per infortunio. Negli ultimi 70 minuti la battaglia si intensifica e diversi elementi stringono i denti per portare a casa il risultato. Sugli scudi nel match ancora una volta Casasola, che fra pochi mesi diventerà un ex seguendo le orme di Sprocati, magari con miglior fortuna. Bene anche Jallow, probabilmente più a suo agio senza il sentirsi solo nella morsa della difesa avversaria. Encomiabile il guerriero Di Tacchio a tutto campo, da rivedere l’assetto difensivo, apparso fragile in più di un’occasione. Gregucci deve anche cercare di recuperare la migliore condizione di elementi come Minala, risultato ancora una volta sottotono. In ogni caso i numeri lontano dalle mura amiche sorridono al trainer: in quattro partite in trasferta il bottino è di due vittorie e due pareggi. Un’inversione di tendenza netta rispetto alla gestione Colantuono, con la Salernitana veleggiava nei bassifondi della speciale classifica, a fronte di un rendimento interno da primato.
La prima delle due partite fuori casa consecutive si è conclusa per il meglio.
Adesso bisogna continuare su questa scia, facendo leva sulla ritrovata fiducia nei propri mezzi, aggiustando il più possibile le note negative.

La Salernitana resta aggrappata al treno playoff, distante due lunghezze a causa dell’immeritata vittoria last minute del Perugia a Carpi. Confermarsi anche a Verona sarà complicato ma gli scaligeri sono reduci da un trend negativo al Bentegodi e l’impresa non è del tutto impossibile, sebbene i granata giochino al cospetto di una corazzata per la categoria.
Poi bisognerà ritrovare senno, organizzazione e concentrazione per tornare a vincere anche all’Arechi. Questo rappresenta un elemento propedeutico al tentativo di rincorsa di un “posto al sole”, ovvero nella griglia spareggi a fine regular season.

L’ultimo elemento necessario è legato alla società tutta, a partire dal signor Lotito. Le chiacchiere da bar dello sport del numero uno (della Lazio) ormai hanno stancato perché obsolete e menzognere. Certe frasi, peraltro pronunciate da un sedicente uomo di cultura, tendono ad attestare solo una conoscenza estremamente superficiale di fatti e storia legati a Salerno ed al club granata. Probabilmente la visione della realtà presso i ristoranti romani giunge distorta e ciò tende ad alterare i lucidi ed oggettivi giudizi. Ma i salernitani hanno capito che bisogna in qualche modo farsene una ragione, cercando di comprendere i limiti umani. È triste non poter condividere le propri passioni e le proprie ambizioni, per non trascendere nella parola “sogni”, tuttavia la condizione dettata dalla linea societaria obbliga a restare nelle rispettive “trincee” di comunicazione. Il signor Lotito ha scavato un solco da tempo con la città e la sua tifoseria, facendo leva sui palloni acquistati dal primo giorno, sugli investimenti profusi (spesso senza nè testa nè coda) e sul virtuosismo della propria gestione aziendale. Tutto vero e ampiamente riconosciuto dai suoi “sudditi”, ora però la misura è piena. Caro Imperatore Claudio, scendi dal piedistallo e abbi rispetto di chi sostiene questa maglia per amore e non per interesse di alcun tipo poiché tu non rappresenti il padrone di nulla. Se il clima, l’ambiente e la realtà ti sembrano ostili ruota il carro e ritorna tra le campagne romane dove stuoli di amorevoli vassalli ti attendono con impazienza. Inutile restare dove si distruggono animo e patrimonio: liberati da questo “male” e regala la libertà di sognare a chi davvero ama la Salernitana.

 

 

 

SalernoSport24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com